WBR #1 - Le migliori rime della settimana

14/07/2017 11:53 di Nora

Nella musica del 2017 c’è una classifica per tutto: Best Song, Best Video, Best Album, Best Artist... e si potrebbe andare avanti fino ad elencare ogni categoria e sottocategoria dei Grammy Awards. In questo mare di "best", noi vogliamo parlare di rime italiane, dei nostri rapper, del cantautorato 2.0. I testi nella maggior parte dei casi sono tutto, le rime, quelle belle, si tatuano sul braccio. È di queste rime che parliamo, e qui la categoria la inventiamo noi. Per essere più internazionali la chiameremo Weekly Best Rhymes, e per riassumerla in un hashtag: #WBR.

Di seguito le 5 rime più belle di questa settimana, dall’ultima alla prima.

 

5. Frah Quintale – Cratere

Ok, magari non è una canzone rap ma lui a suo modo sicuramente è rap, e anche i suoi testi. Classifichiamo rime, non generi. Questa è una hit estiva alternativa, fresca e innamorata. Conquista la quinta posizione e non solo…

“Non mi hai chiesto mai la luna ma nel petto ora ho un cratere.
Indosso un’armatura senza essere un cavaliere”

 

4. Axos – Non sei tu

Giovane e promettente, i suoi testi nascondono sempre un lato oscuro. Conquista la quarta posizione con una rima vera, cruda e terribilmente tagliente.

“Una mano lava l’altra ma è la mano armata che vince, scusa.
Il lupo ha imparato che a mordere ottiene di meno che a fare le fusa”

 

3. Frah Quintale – Cratere

Doppietta del Frah che conquista anche la terza posizione. Soffrire per amore è street, è estate e diamo spazio ai sentimenti. Se anche tu sei stato lasciato/a questa rima sarà struggente poesia.

“Non ti preoccupare mai per me io sarò altrove, in un posto freddo tra le tue parole”

 

2. Marracash ft. Guè Pequeno – Tony

La coppia perfetta. Tra i migliori punchliners della scena ci sono sicuramente loro. Questa rima di Marra, il King del rap non a caso, è una rima matura che racchiude in essa tutta la fatica del successo.

“Ho sempre scelto di ingoiare sangue piuttosto che orgoglio.
Sono un superstite però ho i buchi di proiettile sopra il mio sogno”

 

1. Guè Pequeno ft. El Micha – Milionario

Il rapper esagerato. Anche nelle rime. Rime da battle, rime da “poooow”. Guè, con le giuste dosi, sa sempre unire “zarrìa”, rabbia, stile ed esperienza. Una rima sfacciatamente realista. Applausi.

“Su internet mi scrivono: “Devi restare umile”.
Sembra che ti fa schifo il cash, daresti tutto all’ UNICEF”


Questa era la nostra classifica, e la vostra?

Fatecela sapere! 

Tag: rap italiano

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    I Kasabian hanno pensato di rimandare una data del tour per il Derby della Lanterna