nKantu d'Aziz: il Combat Folk siciiano

Booking 335-7796089 - 320 7292241
web site: https://www.facebook.com/pages/Nkantu-dAziz/118928944800081?fref=ts

Band:
Totò Grilletto - voce
Gjin Schirò: Chitarra
Salvo Spera: Clarinetto
Fabio Pellitteri: Batteria
Ivano Minutella: Basso
Melko Van Kaster: Violino
Felice Di Caccamo: fonico

Biografia
NKANTU D'AZIZ

Un incanto che dura da millenni, da quando il primo arabo chiamò Palermo Aziz, "splendore", è il motivo insistente a cui, un giorno di dieci anni fa, Totò ha voluto dar voce, colore, musica.
Totò Grilletto, si diceva, poeta, compositore e chitarrista giramondo, le sue radici le ha sempre portate con sé. Quando è ritornato a casa, la sua Palermo siciliana ed albanese (di Piana degli Albanesi, di cui è per metà originario), l'idea che la conoscenza delle proprie origini non dovesse essere un lusso di pochi, lo ha spinto a pensare ad un progetto ambizioso che permettesse di far arrivare la storia di quella terra al cuore dei suoi abitanti. Allora ingaggia amici e musicisti, fonda la sua piccola orchestra e inizia ad infuocare la gente e a conquistare le piazze con ritmi tarantolati e balcanici nutriti di racconti e leggende, cavalcati da quei personaggi in bilico tra mito e realtà che compongono l'immaginario siciliano.

Passano gli anni e gli 'Nkantu d'Aziz, proprio come Palermo e la sua storia, assumono forme cangianti: nascono nuovi brani, si avvicendano i loro interpreti, in una trasformazione sorprendente e continua. Fino a quando non decidono che sia giunto il momento di fissare su un disco i frutti maturi di questa lunga esperienza.

Discografia:

2014 - @ Jack Alone
Singolo: "L'uomo pesce" - La leggenda di Colapesce al centro del brano, storia dell'uomo mezzo pesce che si immerse lungo le coste siciliane e, accorgendosi di una crepa a una delle tre colonne che sorreggono l'isola, si sostituì ad essa mantenendola a galla. Il brano vuole essere anche un inno contro la discriminazione a cui l'essere umano è soggetto nell'arco della propria vita. Diversità è spesso infatti sinonimo di discriminazione.

Autore: Totò Grilletto
Musiche: Nkantu d'aziz
Registrazione e Missaggio: Toni Carbone per GPA Studios

Produzione artistica: Toni Carbone
Edizioni JackLab Publishing

Special Guest: Angelo Spataro (Batteria dei Tinturia), Filippo "Fifuz" Alessi (Percussioni dei Qbeta, Venuti), Aida Satta Flores (Cantautrice), Francesco "Fry" Moneti (Modena City Ramblers)

2014 @Jackalone
___________________________

2012: singolo "Giuliano": Dall'album Mi porteranno via il brano tratta la storia di Salvatore Giuliano, brigante siciliano che fu accusato della strage di Portella della Ginestra (Pa) del 1947. Il 5 Luglio del 1950 fu trovato cadavere nel cortile di casa di un avvocato di Castelvetrano, casa in cui si rifugiò. Diverse le ipotesi sulla sua morte oggetto di inchieste.
____________________________-

2011 - Album "Mi porteranno via" : rappresenta un anello di congiunzione tra i ricchi e differenti percorsi musicali degli artisti che hanno partecipato alla sua genesi: dal jazz al funk al rhythm & blues, ognuno si esprime col proprio linguaggio. Quello che importa è riuscire a trasmettere l'emozione che sta alla base della comunicazione più intima, più profonda.
E allora si può parlare di vino, di guerra, di viaggi e di amori indissolubili, in un'atmosfera di festa e di danza, di musica.
La musica come elemento indispensabile che accompagna il corso della nostra vita, dalla nascita alla morte; la musica che è espressione universale di ogni popolo.

© myGroove music label
Jacklab Publishing
Descrizione
Mi Porteranno Via

Testi: Totò Grilletto
Musiche: nKantu d'Aziz
Registrazione e missaggio: Toni Carbone @ Zen Arcade (CT)
Mastering: Roberto Terranova @ Jacklab Living Studio (PA)

Special guests:
Cesare Basile percussioni in Funerale a Tirana
Roberto Terranova e Toni Carbone piano e basso nel Walzer di Nicola e Maria
Roberto Terranova Harmonium nel Vino
Filippo "Fifuz" Alessi percussioni

Produzione artistica: Toni Carbone per myGroove music label

Copywriting: Elisabetta Ragusa
Supervisione testi in dialetto: Francesca Amato
Foto: Giuseppe Sinatra
Progetto grafico:Alessio Algeri
Direzione artistica: Lorenzo Quattrocchi

Edizioni Jacklab Publishing
2011 © myGroove music label