Il progetto Nuanda nasce nel 2008 a Milano.

La formazione iniziale in realtà non è altro che una coppia di amici che cercano di scrivere qualche pezzo cercando di fondere i testi di Massi alle idee musicali di Luco. Ben presto Riccardo si unisce alla band portando un po’di rumore con la sua batteria e offrendo una sala prove tutta per loro in quel di Sesto San Giovanni che diventa una seconda casa e un posto dove creare melodie nuove senza troppe pressioni e distrazioni.

Iniziava cosi un lungo periodo di ricerca del bassista cercando di trovare il suono giusto e quella spinta in più a livello creativo per fare la differenza.

Dopo un breve passaggio di Federico Casini che si alterna tra chitarra e basso entra a far parte del progetto anche Tommaso alla voce andando a sostituire l’improvvisato Massi che può dedicarsi solamente alla chitarra dando più potenza vocale al rock espresso dai Nuanda.

Nel frattempo la ricerca del bassista non si placa e dopo lunghe ricerche e provini entra nel gruppo Alessandro che riesce a donare tecnica e creatività e porta idee fresche per le canzoni che stentano a decollare.

In questo periodo si alternano i primi live e molte ore di lavoro sui pezzi per riuscire a preparare una Demo da proporre al mondo della musica.

Il gruppo partecipa a serate condivise con altre band e al concorso Emergenza Festival (una tappa quasi scontata per molte band emergenti) che li porta a fine Giugno a suonare alla finale nazionale all’Alcatraz di Milano davanti a un gran numero di persone. Durante il periodo successivo per incomprensioni e qualche incompatibilità lascia il gruppo Alessandro e viene sostituito dal bassista “a progetto” dei B-folk. Milko che traghetta il gruppo durante la ricerca del nuovo bassista partecipa ad alcuni live e lascia comunque il suo contributo nell’arrangiamento di alcuni pezzi ritagliandosi così il ruolo di “turnista” ufficiale.

Nel frattempo viene reclutato un bassista dal passato Punk. Simone. Il nuovo musicista che si divide in progetti paralleli entra a far parte del gruppo e registra anche alcuni pezzi della demo e partecipa da fine 2011 ai live dando grande apporto scenico e portando nuove sonorità elettroniche negli arrangiamenti.

A giugno 2013 iniziano finalmente le registrazioni dell'EP Orizzonti di Plastica al Mono studio di Milano seguiti dal preparatissimo Matteo Sandri.

A settembre Simone Dosoli decide di lasciare il gruppo per continuare con altri progetti e viene reclutato un nuovo bassista.

Entra da Ottobre a far parte della band anche Rino.

Da pochi giorni è in vendita online il primo EP Orizzonti di Plastica.