Gli OIL, sono attivi dal 2007 I musicisti che fanno parte di questo progetto sono: Federico Pozzi, Alessandro Grande, Massimo Savo.

Gli OIL, sono attivi dal 2007
I musicisti che fanno parte di questo progetto sono:
Federico Pozzi: Voce, Basso Alessandro Grande: Chitarre Massimo Savo: Batteria e percussioni
Nonostante come OIL siano al loro esordio discografico, possono vantare dei curricula personali densi di esperienze, sia live sia discografiche, a respiro provinciale e, in alcuni casi, anche nazionale. Federico e Alessandro sono stati basso e chitarra dei BlueBonnets, una delle band di rock americano cantato in inglese, più apprezzate della nostra penisola. Insieme a Cheap Wine, Groovers, Satellite Inn ed altre ancora, hanno rappresentato il fronte del rock mainstream in Italia. Come BlueBonnets, con l’album “No Man’s Land” e con la partecipazione al secondo tributo italiano a Bruce Springsteen (For You 2: Ttributo italiano a Bruce Springsteen), sono stati protagonisti di numerose apparizioni televisive sui network nazionali (Tappeto Volante – Telemontecarlo, Segnali di Fumo – Videomusic, Good Vibrations – Tele+3). Dopo lo scioglimento dei BlueBonnets, e dopo una pausa di quasi 3 anni, Federico e Alessandro hanno ricominciato a suonare insieme e a comporre nuovi brani originali, gettando le basi per quello che nel 2007 sarebbe diventato il progetto OIL. Dopo una prima lunga fase in cui sono stati affiancati alla batteria da Umberto Pantano, hanno trovato, nel 2011, la collaborazione di Massimo Savo, batterista molto apprezzato nella zona di Frosinone, ma anche Latina e Roma. Così è iniziato il viatico che li ha condotti alla registrazione di UPSTAIRS, il loro primo album autoprodotto. Il loro è un indie-rock che strizza l’occhio alle sonorità di Buffalo Tom, Wilco, The National fino ad arrivare ad atmosfere più rarefatte come quelle dei Low. Nella seconda metà di Maggio 2016 uscirà Elecrtoshock Serenade, il loro secondo lavoro come OIL. Si tratta di un EP di 5 pezzi che rappresentano un piccolo concept che ruota intorno all'idea di fuga e di evasione. Un processo di liberazione delle coercizioni emotive.