Ali Farka Tourè De Andrè Tim Buckley Robert Wyatt The Doors Radiohead CSI: in poche parole Cantautorato Nomade.

Paolo Andreoni nasce nel luglio del 1979 in Marocco. Vive, fino all’adolescenza, immerso nella travolgente energia del continente nero. La giovinezza trascorre tra esperienze musicali più o meno importanti, tutte sconosciute. Nel 2001 si diploma in regia teatrale presso la scuola civica “Paolo Grassi” di Milano. Nel 2007 partecipa, tra i pochi stranieri, all’allestimento di “Bintou Wère: Une opera du Sahel”, la prima opera lirica africana, che è argomento della sua tesi in Lettere. Nel 2008 nasce il progetto Paolo Andeoni & Bussuku Bang! L’intento è quello di dare una veste più ricca ed articolata alle canzoni di Paolo Andreoni. Nel 2009 esce l’album “ La Caduta delle Città del Nord”. Il disco riscuote ottimi incoraggiamenti dalla critica del settore (IL MUCCHIO, BIELLE, ROCKIT, L’ISOLA CHE NON C’ERA). Un anno dopo, nell’autunno 2010, la band viene selezionata dal CLUB TENCO per partecipare alle serate de “IL TENCO ASCOLTA”. La nuova incisione del gruppo, “Il destino di una nazione” (dicembre 2010), lo porta direttamente a Radio Wave International dove viene intervistato da Fabio Mugelli all'interno di La musica che gira intorno. "Un nome che sia vento" viene pubblicato da Controrecords/NewModelLabel ad aprile 2012 ed è un disco che punta dritto al cuore, senza filtri, immediato. Ancora una volta la critica applaude ed il pubblico cresce.

Bussuku Bang! è la resistenza del Sahel, l'esplosione della Musica.