Paolo Conte - Testo Lyrics Molto Lontano

Testo della canzone

Lontano lontano
oltre Milano
oltre i gasometri
oltre i manometri
oltre i chilometri
e i binari del tram
lontano lontano
molto lontano
oltre l'acqua corrente
e l'elettricità
là voglio arrendermi
in braccio a una musica
che chiude il discorso
delle affinità
forte petomane
scritta dal diavolo
in spregio evidente della civiltà


Forse tu non mi amerai
mi incontrerai
sorriderai
ma non mi amerai
forse tu non mi amerai
mi ascolterai
mi seguirai
ma non mi amerai


La luna, la luna
degli ululati
lascia ai poeti
la classicità
là voglio arrendermi
in braccio a una musica
che chiude il discorso
dell'urbanità
forte petomane
scritta dal diavolo
in spregio solenne dell'umanità


Forse tu non mi amerai
mi parlerai
mi abbraccerai
ma non mi amerai

Album che contiene Molto Lontano

album Elegia - Paolo ConteElegia
2004 - Cantautore, Jazz, Acustico
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati