Paolo Conte - Testo Lyrics Per ogni cinquantennio

Testo della canzone

E poi c'è sempre uno che si apparta
si mette a scorreggiar tranquillamente
del resto per tre ore siamo a Sparta, c'e tanta gente?


Per ogni cinquantennio i «sempre in gamba»
si sprecano e i saluti e i battimani,
per soli uomini è organizzata questa parata


Ci sono certi nodi di cravatta
che dietro c'è la mano di una moglie
ma dietro ad ogni moglie c'è una amante senza mutande


Nel gruppo manca mai qualche avvocato
a lui tocca di fare il bel discorso
la faccia sua collerica si accende e ci confonde?


Ma come parla bene, e poi ci spiega
-di ferro è questa classe - battimani -
ma uno con la testa fra le mani lo guarda fisso, senza una piega


Ci sono proprio tutti o quasi tutti
ciascuno s'è pagata la sua quota
qualcuno invece è morto e infatti è assente? indifferente?


Sparito sembra poi da qualche viso
lo stesso proprietario - dov'è andato?
Ma poi di colpo, complice un sorriso, indietro torna dal paradiso


La facce rosse rosse, ormai si canta
a squarciagola senza intonazione
nessuno sentirà chi si è perduto in mezzo al brindisi gridando aiuto


Ma poi c'è sempre uno che si apparta
si mette a scorreggiare e tira avanti
del resto da tre ore siamo a Sparta, e siamo in tanti?

Album che contiene Per ogni cinquantennio

album Paolo Conte - Paolo ContePaolo Conte
1975 - Jazz RCA
Vai all'album

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati