Paolo Conte - Testo Lyrics Sijmadicandhapajiee

Testo della canzone

Si accende, risplende, s’incendia
E rimane in aria
La vampa sorride
E nel cielo buio e si stampa
Il popolo applaude e ringrazia
Quel poco che sa
Di Cina, di Buddah, ma i cani
Gli scappano già
Sijmadicandhapaijiee


Qualcuno è un meccanico
Un altro da lì mi manda
A farmi aggiustare il volante
E non mi domanda
Nè soldi, nè grazie nè niente
Che tanto di là
Si vede la branda occupata
Dal sonno che ha
Sijmadicandhapaijiee


Infine pochissimo importa
Se là qualche donna
Ha preso alle stelle
Una musica che non darà
A nessuno
Il permesso di un ballo con lei
È gente per cui le arti
Stan nei musei
Sijmadicandhapajiee

Album che contiene Sijmadicandhapajiee

album Una faccia in prestito - Paolo ConteUna faccia in prestito
1995 - Jazz CGD Eastwest
Vai all'album

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati