Paolo Conte - Una Giornata Al Mare testo lyric

TESTO

Una giornata al mare
solo e con mille lire
sono venuto a vedere
quest' acqua e la gente che c'è
il sole che splende più forte
il frastuono del mondo cos'è
cerco ragioni e motivi di questa vita
ma l'epoca mia sembra fatta di poche ore
cadono sulla mia testa le risate delle signore


Guardo ma cameriera
non parla è straniera
dico due balle ad un tizio
seduto su un'auto più in là
un'auto che sa di vernice,
di donne, di velocità
e laggiù sento tuffi nel mare,
nel sole o nel tempo chissà,
bambini gridare,
palloni danzare


Tu sei rimasta sola,
dolce madonna sola,
nelle ombre di un sogno
o forse di una fotografia lontani dal mare
con solo un geranio e un balcone


Ti splende negli occhi la notte
di tutta una vita passata a guardare
le stelle lontano dal mare
e l'epoca mia è la tua
e quella dei nonni dei nonni
vissuta negli anni a pensare


Una giornata al mare
tanto per noi morire
nelle ombre di un sogno
o forse di una fotografia lontani dal mare
con solo un geranio e un balcone

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano Una Giornata Al Mare di Paolo Conte:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Una Giornata Al Mare si trova nell'album Paolo Conte uscito nel 1974 per RCA.

Copertina dell'album Paolo Conte, di Paolo Conte
Copertina dell'album Paolo Conte, di Paolo Conte

---
L'articolo Paolo Conte - Una Giornata Al Mare testo lyric di Paolo Conte è apparso su Rockit.it il 2020-05-25 09:57:15

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO