PAOLO CORUZZI - Ascolta e Testo Lyrics SETE

Brano

00:00
 
00:00

Testo della canzone

SETE (Paolo Coruzzi)

Ancora pioggia,ancora nebbie; tra le macerie scompare.
Ancora sabbia, ancora febbre in questa notte mi assale.
Ho perso un regno, ho perso un sogno, e adesso sembra che a restare,
non serva a niente, sia tempo perso, che tanto valga salpare.

Su questo mare della follia cercando il vento migliore
per dileguarsi, inabissarsi, sprofondare il cuore.
In quest’oceano d’ipocrisia, di fumo e troppe parole,
sei fuori posto amico mio e non c’è più niente da fare

se non affondare,
se credi che la tua fuga servirà,
se vuoi desistere,
non vedi che c’è bisogno quaggiù
di resistere.

Soltanto fiamme troppa sete, precarie e incerte salite,
nel tuo deserto d’indecisioni tra le apparenze sbiadite.
Sento che chiami, sento che preghi, ma questo è solo un lamento,
trova il coraggio di armarti dentro e a pugni chiusi scendi in campo.

E dai, e dai, avanti e poi
non smettere di andare,
se vuoi lo sai. tu puoi
trovare il modo di arrestare
questo vagare instabile,
il tuo incerto procedere.

Se questa luce che brilla ancora può restare sospesa,
confondersi fra mille stelle e inondarsi distesa,
sulla tua pelle dentro al tuo sguardo che come incendio divampa
dentro la pelle, tra nervi e ossa c’è ancora forza che manca.

Album che contiene SETE

album ALBOREA - PAOLO CORUZZIALBOREA
2012 - Progressive, Pop rock, Cantautore
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati