Paolo Simoni - Testo Lyrics Il mio nome è Albert

Testo della canzone

A scuola non andavo molto volentieri
Anzi, in verità la detestavo
Preferivo stare con mio zio ingegnere
Che m'iniziò ai rudimenti del mestiere


Elaborai ben presto soluzioni e teorie
ma nemmeno tu capivi il mio sentire
me ne andai così dritto incontro al mio destino
tra bombe e una rosa nel taschino


Ma l'amore che cos'è, ma che frequenza ha?
Ma cosa c'entrerà la relatività?
Ma l'amore che cos'è, ma che frequenza ha?
Ma cosa c'entrerà la relatività?


Non è la conoscenza ma la fantasia
saranno sciocchi loro o sono folle io
Elsa amore mio, Elsa abbracciami!
Mi tremano le mani se penso agli atomi


Debbo trovare un modo per spiegarmi
un sistema elementare per capirci
Se penso a Galileo e anche a Newton sì,
mi scappa uno starnuto e anche i brividi


Ma l'amore che cos'è, ma che frequenza ha?
Ma cosa c'entrerà la relatività?
Ma l'amore che cos'è, ma che frequenza ha?
Ma cosa c'entrerà la relatività?


Teso sulle corde del mio violino
Inquieto e scapigliato come il mio spazzolino
Con un gessetto in mano e i baffi pallidi
Mi ricorderanno i miei posteri


Rispondo alla tua lettera, cara bambina
Ti scrivo tra i muri della mia cucina
Invio dei francobolli per la tua collezione
Nonno Albert ti manda la sua benedizione


Ma l'amore che cos'è, ma che frequenza ha?
Ma cosa c'entrerà la relatività?
Ma l'amore che cos'è, ma che frequenza ha?
Ma cosa c'entrerà la relatività?

Album che contiene Il mio nome è Albert

album Ci voglio ridere su - Paolo SimoniCi voglio ridere su
2012 - Pop Sony BMG Records
Vai all'album

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati