Sul finire dell’estate del 2008 tre ragazzi valdarnesi hanno dato vita alla rock band dei Lumopo. Insieme alla vena creativa del chitarrista e cantante Alberto Polverini, il bassista Matteo Monnanni e il batterista Tommaso Lucaccini, hanno intrapreso immediatamente un percorso musicale originale ed indipendente da qualsiasi influenza rock. Dopo aver realizzato una buona quantità di materiale musicale, il trio ha potuto mettere a frutto il proprio lavoro esibendosi in alcuni dei più importanti locali ed eventi popolari del Valdarno (Hoodoo pub, Gravanella pub, Penna Contest 2009, White Zone [notte bianca San Giovanni Valdarno 2009], Bye Bye July Festival 2009). All’inizio dell’estate 2009, ai Lumopo si è aggiunto il chitarrista Giovanni Ducci che ha permesso al gruppo di arricchire il sound e la parte ritmica. Il quartetto che si è così formato ha continuato a lavorare prevalentemente sulla realizzazione di pezzi propri ed è arrivato a caratterizzarsi pienamente nel genere rock alternativo/grunge italiano influenzato da gruppi come Verdena, Afterhour, Tre allegri ragazzi morti, Teatro degli orrori, Marlene Kuntz, Avvolte Kristedha. I brani trattano prevalentemente di rapporti, situazioni sentimentali e problematiche che nascono tra i due sessi; il tutto avvolto da una visione un pò malinconica ma anche gioiosa , speranzosa e psichica della materia e dalla melodia un pò grunge che ormai è una tipica impronta del sound dei Lumopo.