Il gruppo sorge sulle ceneri del gruppo Prog-Rock dei Locanda Madrigale, in cui si esprimevano già Ribaudo e Fiore Bettina. Per vari motivi organizzativi, il gruppo si trasformò quasi automaticamente nei PROT, il cui nome alquanto 'spiritoso' (è il caso di dirlo) fu dovuto ad un'intuizione di Ribaudo, accettata anche dagli altri componenti successivamente subentrati come Simone Sfameli e Marco Bracci. Ribaudo, oltre che suonare la chitarra, era anche la voce del gruppo, soprattutto dopo l'uscita di scena del secondo chitarrista, precedentemente anch'egli alla voce, collezionando diversi lives, tra cui uno al locale Blow Up di Palermo per un contest di bands locali. Nel 2006 entra in scena Mercurio alla voce solista, e nel 2007 ha termine la registrazione di un CD demo autoprodotto di cinque brani, più uno in radio-edit. Dall'ingresso di Mercurio nel gruppo sono stati fatti dei lives nei locali Zsa-Zsa Monamour, Villa Belvedere di Monreale, ASK 191, Mescal e Mikalsa, con l'avvicendarsi, per questioni lavorative, dei batteristi (Sfameli si trasferisce temporaneamente a Milano per lasciar spazio a Spataro, il quale a sua volta deve trasferirsi a Bologna, lasciando il posto definitivamente a Maddaloni) e dei bassisti (Bracci cede il posto a Giuffrida). Dopo l'abbandono del gruppo da parte di Fiore Bettina, il gruppo ha iniziato a lavorare diversamente, iniziando a concepire la propria musica non in stretta relazione con il suono elettronico delle tastiere o dei sinth, pur avendo intrapreso una forma di collaborazione con il tastierista Alessio Romeo, il quale si è mostrato disposo a dare una mano al gruppo in occasioni lives.