psiker è un cantautore electro-pop innamorato degli anni '80, dei suoni digitali e della realtà da osservare entomologicamente.

PSIKER è un giovane cantautore Milanese. Il nome d’arte nasce dall’unione di “psiche” (dal greco psyché – anima/mente) ed il suffisso “er” (che in inglese identifica “colui il quale”). Per l’artista l’uso di questo pseudonimo è il modo più veloce per presentarsi come “colui che pensa”, perché è il pensiero alla base di ogni sua produzione.

Attivo dal 2001 in un particolare progetto che unisce suono ed immagine, dalle sonorità pop-elettroniche con influenze fine anni ‘80 / primi anni ‘90.

Contraddistinto da un’inesauribile vena creativa, ha pubblicato dal 2008 ad oggi quattro album e dodici singoli, anticipati da tre demo-album: Delivery (2003), Daydreams (2004) e Artismo (2005).

E’ grazie al brano “LOGIC”, nel 2008, che Psiker sigla il suo primo contratto discografico, con la Universo (Lunapop, Zeroassoluto etc.). Il brano infatti, dopo essere stato caricato sul portale dell’etichetta digitale Bananarecords raggiunse in pochi giorni la vetta della classifica di ascolti, dando così all’artista la visibilità da parte della casa discografica. Al singolo d’esordio “Logic”, pubblicato il 1/07/2008 segue l’omonimo album, scritto in inglese e pubblicato il 22/12/2008 (edizioni Sugarmusic/Giallo Ocra). Nello stesso anno Psiker produce la colonna sonora del cortometraggio “Povero Piccolo Pietro”, diretto da Mescalito Sangiovanni.

Il 26/06/2009 Psiker pubblica un singolo dal sapore estivo “Insalata di riso”. Il brano, scritto per gioco sette anni prima, ottiene da subito un inaspettato successo nella rete ed in particolare su Youtube, dove raggiunge la 43° posizione tra i brani più visti della settimana nella categoria musica.

Nel 2011 Psiker sceglie la distribuzione digitale offerta da Sounday su tutti i principali store e piattaforme digitali.

Il secondo disco, “GENIAL”, scritto a differenza del precedente in italiano, è pubblicato il 20/05/2011. Oltre al singolo “Insalata di riso”, sono estratti tre singoli: “Genial” (15/04/2011), “Facciamo un calcolo” (2/12/2011) e “Nero su bianco” (16/03/2012). I videoclip che accompagnano i singoli superano le 50.000 visite sul web, in particolare, “Genial” raggiunge il 26° posto tra i brani più visti del giorno su youtube. Per un anno Psiker e band suoneranno le canzoni del disco e del repertorio precedente nei liveclubs di Milano ed hinterland (Le Scimmie, Le Trottoir, Ligera etc.).

“SYNTHETICO”, il terzo album di Psiker, pubblicato il 21/12/2012, è un sorprendente concept album attraverso il quale il cantautore si esprime con un mix di sonorità elettroniche ed orchestrali. L’album, che segna il ritorno dell’artista alla scrittura in lingua inglese è accompagnato da un breve racconto, omonimo, scritto da Costanza Ghiotti, da un’idea dello stesso Psiker. I testi delle canzoni del disco ed il racconto viaggiano in parallelo. Sono estratti da Synthetico due singoli accompagnati da videoclip registrati nello PSIKERstudio: “Time Rewards” (14/12/2012) e “Leaving” (15/03/2013). Le canzoni del disco sono state presentate durante uno speciale live show nel quale l’esecuzione di ogni brano è stata anticipata dalla lettura di parte del racconto.

Il 26/09/2014 Psiker pubblica il quarto disco, “EXIST”, nel quale l’artista comunica il suo amore per la vita ed il desiderio di viverla con passione. Dall’album, che segna il ritorno alle sonorità elettro pop che hanno reso Psiker noto sul web, sono estratti quattro singoli, accompagnati ciascuno da un videoclip: “Stress test” (18/10/2013), “Eyes wide open” (30/05/2014), “Different” (19/12/2014), “Dreamer” (10/04/2015). Nella privamavera del 2015 Psiker e band hanno portato le canzoni di “Exist” e dei precedenti album nei liveclubs di Milano ed hinterland.

Il 3/06/2016 Psiker pubblica “Un pence e mezzo”, canzone estiva che anticipa l’uscita del nuovo album. Il brano segna per l’artista il record di singolo del suo repertorio con il picco giornaliero più alto di visualizzazioni su Youtube. La b-side del singolo è “Giocando Imparare”, brano scritto l’anno prima per un asilo di Milano.