I Raskas sono un gruppo folk-rock piemontese. Nato nel 2008, unisce alla tradizione occitana una forte contaminazione moderna.

I RASKAS (“ragazzaccio/monello” in lingua occitana) nascono a Cuneo nel 2008. Fin dagli esordi, ad animare il gruppo, è la volontà di coniugare la tradizione popolare occitana ad influenze pop, funky, reggea e rock, puntano ad un equilibrio fra la musica tradizione ed i suoni moderni.

Nel 2010 a fianco di Sylvain Jennesseaux (voce e flauti), Piero Adamo (chitarra) e Martino Adamo (basso) arriva Francesco Olivero (organetto e ghironda). Questa novità rende il gruppo più compatto, spingendolo a sperimentare nuovi arrangiamenti, più personali, avviando un cammino che lo avvicina al sound attuale. Tra le sfide creative i Raskas raccolgono l’invito a comporre la colonna sonora del mediometraggio “un giorno d’inverno”, prodotto dalla KinoKinino Films di Torino e girato in Valle Grana.

Via via gli appuntamenti musicali si fanno più prestigiosi, come il festival Primadoc nel 2011, l’apertura della Festa dei Lou Dalfin “Uvernada” a Borgo San Dalmazzo nel 2012. Al termine dello stesso anno approda nel gruppo il batterista Daniele Danzi. Nel 2013 i Raskas iniziano a registrare il primo album e partecipano a concerti e festival sempre più prestigiosi come: Festejades de Gruissan (Narbonne, Francia), Grande Festa Occitana (Olivetta San Michele, Liguria), Festival della canzone di impegno (Castagnole Lanze, Asti). Consolidata è l’amicizia e la collaborazione con diversi gruppi nizzardi come i Rauba Capeu e Cercolo che hanno portato i Raskas a suonare spesso nel Sud della Francia (Saorge, Isola, Chateauneuf d’Entraunes, Roquebilliere, Avignon).

“La Macha Niera” è il titolo del primo album uscito nel 2014: un disco autoprodotto e registrato dal fonico Maurizio Prudenzano. Il disco si compone di 9 tracce e rappresenta il percorso intrapreso negli ultimi anni. I testi raccontano viaggi, vita vissuta e personaggi singolari, ma affrontano anche temi impegnati come la guerra partigiana (Polka di Valgrana) e ispirazioni letterarie, come il brano “Barcelona” suggerito dalle letture di Hernest Hemingway.

Tra il 2015 ed il 2016 arriva alla batteria Nazareno Garelli ed il gruppo continua a calcare i palchi di Italia e Francia nelle situazioni più disparate, dalla festa di paese ai festival internazionali come Feufliazhe (2015), Festi’Cant (2015) e IrlandainMusica (2016).

Musicisti:
Sylvain Jennesseaux: voce e flauti
Francesco Olivero: organetto e ghironda
Piero Adamo: chitarra
Martino Adamo: basso
Nazareno Garelli: batteria