Evochiamo l'orrore. L'orrore comico dei film, triste della realtà. Favole oscure, senza lieto fine.

La band è attiva da più di tre anni, eviscera incubi perversi e personali. Oscene entità iniziate da Paolo, invocate dalle filastrocche esoteriche di Meth, fomentate e distorte dallo spirito caotico di Lord No, nutrite, contaminate e infine sezionate da Redfred. Quattro cosi con due gambe, cervelli fottuti in costante costruttivo contrasto ma tutti e quattro alle idee, prima o poi. Tracce, irruenti, maledette, nate da contorti pensieri ritmici e violenti sussulti elettrici.