I suoni tendono in direzione rock. I temi e gli scenari tendono verso atmosfere folk.

I Reazione H-Tena si amalgamano a Sammichele di Bari alla fine dell'estate 2010, come sintesi spensierata di fresche sonorità rock con retrogusto folk, che, senza mai prendersi troppo sul serio, raccontano anomale e bislacche vicissitudini, figlie del più ironico e teatrale cantautorato italiano folk e swing in stile Buscaglione-Conte-Gaber-De Andrè.

L'architettura primitiva della band è pura iniziativa di Giuseppe Abbondanza (voce/chitarra), nonchè compositore principale di musiche e testi, che propone il progetto a Donatello Deramo (chitarra), Gianvito Spinelli (basso) e Johnny Giannandrea (batteria), i quali con piacere accettano di completare il quartetto originario ed indiscutibilmente coeso.

Dopo una breve parentesi di ricerca delle affinità arrangiando cover del panorama rock internazionale, la band si mette a lavoro per tirar su e registrare i primi brani inediti già abbozzati da Giuseppe. Nella primavera del 2011 i Reazione H-Tena pubblicano una prima demo di tre brani e si aggiudicano il primo premio alla Giornata dell'Arte studentesca di Putignano. Nell'agosto successivo i quattro sono già sulla palco del Premio E'Vento Rock di Conversano.

Il primo vero lavoro autoprodotto targato Reazione H-Tena vede luce il 9-10-11. L'EP "Animal Farm" contiene 2 brani inediti ed una perosnale rivisitazione in chiave ska di "Che notte!", storico cavallo di battaglia del maestro del cantautorato swing italiano anni '50 Fred Buscaglione.

Alla fine del 2011 i Reazione H-Tena condividono il palco con due ben più note band pugliesi quali i Camillorè ed i PuntinEspansione.

Il 2012 è un anno di grande crescita per i Reazione H-Tena, che partecipano e risultano semifinalisti nei contest musicali "Next Generation" sul palco del Demodè (Bari) e "Lucphonic" sul palco dell LUC (Manfredonia).