Cora Tori Semicircolari 2000 - Metal, Crossover, Alternativo

precedente precedente

Chissa' cosa penserebbe Maynard di questi ragazzi... per chi conosce il personaggio non sara' difficile identificare il suono che proviene da questo piccolo lavoro autoprodotto da quattro pisani.

Si chiamano Cora e mi inviano tre brani di ottima fattura che senza mezzi termini traggono ispirazione dai Tool, cercando di riproporne l'energia e la genialita' in lingua italiana.

L'impresa sembrerebbe titanica... ed in effetti e' cosi'.

Le composizioni dei Cora sono certamente un esempio di preparazione tecnica e passione per un genere, ma le note prodotte in questo CD non riescono mai a prendere il volo per scuotere le corde emotive di chi ama il genere.

E dire che avrebbero le carte in regola per spaccare: sanno giocare con il ritmo, conoscono i segreti del crossover (vedi Magma), sono in grado di manipolare angoscia e melodia (Storia di un silenzio), ma non riescono a definire i contorni delle loro idee, lasciandole in un limbo vago e poco incisivo.

Le doti non gli mancano e sono pronto a scommettere che possono regalarci qualche sopresa se riusciranno a personalizzarsi, magari prendendo qualche rischio in piu'.

Rimandati alla prossima.

---
La recensione Tori Semicircolari di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2000-12-19 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia