< PRECEDENTE <
RECENSIONE
01/09/2009

I Gerson sono da anni un piccolo riferimento del punk rock italiano, una promessa che si mantiene dal 2001 e che è arrivata quest'anno alla sua quarta prova. L'album è "Rimparare a strisciare", lavoro che segna tra l'altro il passaggio ad Indie-Box dopo anni di collaborazione con Tube Records.

Undici tracce che si presentano con la carica e la motivazione che hanno contraddistinto il gruppo milanese in questi anni: ruvidezza hardcore e costante presenza di riferimenti melodici, carica e smania espressiva costruita dietro una voce acida e motivata. Testi che a compararli con le proposte punk rock di oggi diresti addirittura intellettuali, per capacità di proporre tematiche che siano tali, concependo parole che siano tali, mettendo in coda significati che siano tali. E lo spessore si avverte.

Che poi tutto venga giocato nei confini californiani dell'happy punk questo poco conta, perché la grinta e l'incazzo ragionato con cui le undici tracce vengono gestite oscurano ogni possibilità di smile sul fondo della bottiglia. È musica intelligente, che si muove col sorriso ubriaco di chi, tra una birra e l'altra, conserva ancora una bruma sottile di qualcosa che diresti lucidità. Lucidità di vedere, analizzare, ed eventualmente azzardare una conclusione. Inizio, svolgimento e fine. Uno schiaffo al punk aristocratico ed uno alla melodia dei giovani pulcini di oggi.

Dalla title-track, sintesi perfetta di tutto il lavoro, alla (mica tanto) ironica "Mi sono preso la candida", alla costante portoghese di ogni album che questa volta si realizza con "A.C.D.C.". I Gerson stanno nel mezzo di un gioco valido e senza confezioni precostituite. Si muovono come vogliono, e lo senti. Qui c'è allergia alla legge, perché c'è punk. Ma c'è anche voglia di essere leggeri, nonostante tutto. C'è la capacità di raccontare, di analizzare, se possibile, quello che oggi abbiamo sotto i piedi e che chiamano Italia. Un lavoro che è un applauso, alla band e ad Indie-Box, che finalmente si ripropone a buonissimi livelli.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti