Primascelta
album Jollybar - Jollymusic
17/01/2001

E’ una vera e propria goduria questo lavoro realizzato da Francesco De Bellis e Mario Pierro, ovvero l’altra faccia del gruppo che si fa chiamare MAT101 e di cui sinceramente ignoro la discografia. Ma se il livello qualitativo è al pari di questo disco, occorre documentarsi meglio su tutto ciò che riguarda questo duetto, capace di incrociare vari generi musicali passando per l’hip-hop, la psichedelia, la disco anni ’70 e tutto ciò che oggi ruota dentro e fuori il mondo dell’elettronica.

Tanto per farvi capire questo disco potrebbe fare il paio con il fortunatissimo “Play”, album firmato da un signore che tutti conosciamo come Moby; qui, però, mancano due fattori fondamentali: un sound ‘paraculo’ (passatemi il termine) e, cosa più importante, un’esposizione mediatica notevole che solo il contratto con una major potrebbe garantire alla band. Ciò, sia ben chiaro, non va a discapito del duetto, capace lo stesso di raccogliere consensi sia tra i patri confini che al di là degli stessi, vantando quindi una rassegna stampa in cui si sprecano le lodi.

In mezzo a tutte queste parole ‘di contorno’ occorre però parlare della musica, assemblata “con un sapiente utilizzo delle più recenti tecnologie, ma soprattutto con l’aiuto di vecchie tecniche come quelle dei tagli fatti con una semplice piastra/tape deck e con il contributo di strumenti acustici quali basso, chitarra, batteria e utensili ritmici come ad esempio la cuica”. Ecco quindi spiegata l’arte dei Jollymusic, per loro “un concetto che nasce dall’unione della musica elettronica con l’estremo utilizzo di campioni e cut-up presi qua e là su dischi vecchi troppo spesso dimenticati nei mercatini di seconda mano”. Il tutto a spiegare, quindi, questa visione ‘neo-romantica’ dell’elettronica, in cui pezzi come “With love”, “LaDolceVita”, “Talco uno”, “Piano” e “Drago” rappresentano gli episodi se vogliamo più orecchiabili.

Il resto non è pura sperimentazione ma variazioni sul tema dell’elettronica secondo l’interpretazione che ne danno oggi i due romani sponsorizzati da Marco Passarani. Provate ad assaggiare qualche pietanza di quelle suggerite…

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati