Sutcliffe Museum Sutcliffe Museum 2008 - Rock

Sutcliffe Museum precedente precedente

I Sutcliffe Museum stanno agli Oasis come gli Oasis stanno ai Beatles. Uno dice: beh allora di cose da spartire ne hanno parecchie, ma forse se ci si fa caso un pò meglio alla fine non sono poi così tante. E dunque se è vero che si può tranquillamente dare atto alla band di sapere con quale materiale di partenza si ha a che fare, è altrettanto vero che non c'è affatto niente di male nel prendere spunto dai migliori. Va però detto che riuscire a diventare un'entità creativa indipendente, è un percorso molto lungo e arduo e prima o poi bisogna avere il coraggio di lasciare la strada maestra e costruirsi una propria identità. In questo esordio omonimo (otto pezzi più un live) ci sono luci e ombre. Luci dal punto di vista tecnico perché la band sa come ci si comporta con gli strumenti in mano. Ombre perché come ho già detto il paragone con gli originali, vedi Beatles ma anche i più recenti R.E.M ("Music Walk" su tutte) e Oasis (gli incipit di "Give Me" e "You Believe" sono sintomatici) è inevitabilmente perso in partenza. I buoni riff come quello di "Nature's Blessing" ci stanno, ma devono essere assolutamente un punto di partenza e non un traguardo melodico che stabilisce la cifra stilistica su cui gira il progetto. Buona musica prosumer, ma si necessita di un deciso passo in avanti se si vuole diventare qualcosa di più.

---
La recensione Sutcliffe Museum di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2009-09-24 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • sutcliffemuseum 12 anni Rispondi

    Bene betus, le cose sono leggermente cambiate dal demo che vedi recensito qui sopra: siamo in 4 elementi e non più in 5, abbiamo dei pezzi nuovi ai quali stiamo lavorando, altri pezzi sono stati rivisitati.

  • betus 12 anni Rispondi

    finalmente sono riuscito ad ascoltarvi