13/01/2001

Attivi da un paio d'anni, i Marygold ci inviano un piccolo demo dove inseriscono tre delle loro ultime fatiche creative.

Forti dell'esperienza al Neapolis'99 grazie a DiCioccio, questi rampanti musicisti dimostrano di aver le idee piuttosto chiare su quello che e' il loro concetto di musica.

Un punk sonico con sfumature noise, ma che trasporta ingenti dosi di una melodia che non accenna a piegarsi alla notevole energia profusa in questi dodici intensi minuti.

Seppure su un piano punk e quindi diverso, in questi ragazzi c'e' qualcosa che riporta in mente gli Scisma piu' impetuosi, i Marlene Kuntz meno stridenti e senz'altro i Verdena, forse per quella voglia di emozioni dal gusto dissonante ma sempre molto orecchiabili.

Le chitarre non concedono il minimo spazio alle note pulite, viaggiando su percorsi sempre saturi e avvolgenti, scanditi da una ritmica semplice ma molto tirata e incalzante.

Cantano in italiano, con una voce sicuramente convincente ma che forse si lascia trasportare un po troppo dalla tendenza "alternative" in voga oggi, ma che puo' senz'altro risultare un punto a favore in ambito discografico.

Un ascolto decisamente facile e piacevole al quale manca pero' una certa profondita', ma che puo' essere senz'altro un punto di partenza per approfondire i prossimi lavori che ci auguriamo possano garantire un contratto a questi interessanti Marygold.

Tracklist

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati