< PRECEDENTE <
RECENSIONE
06/04/2009

IA è una sigla che nasconde i nomi di Iacopo Sammartano e Alberto Checcacci e "Solo un occhio pesto" - lo trovate in free download qui - è un disco di pop di qualità. Un pop che parte in odore di elettronica e sa poi perdersi lungo diverse strade, rimanendo sempre a fuoco e ad alto livello. Siamo dalle parti di Gionata o Io, Carlo, ma ci sono tracce anche di Luca Gemma e Max Gazzè. Finito l'albero dei riferimenti, si può parlare del disco, che si snoda tra pianoforti da filastrocca e chitarre pulite. Niente di eccessivamente costruito: dieci pezzi che fanno il proprio dovere regalando un pop cristallino che rifugge lo scontato. Forse c'è qualche ingenuità di troppo sparsa qua e là ("Il mondo lo salverà una donna" o "Il pesce persico"), ma tutto torna se si riesce a guardare all'album nella sua globalità. Perché al di là dei singoli pezzi, la forza di questo lavoro risiede nella sua coerenza e in una calibratura ottimale, da ascrivere almeno in parte alla produzione di Lele Battista. Con "Solo un occhio pesto", in sostanza, viene creato un mondo, fatto di suoni semplici e testi leggeri e fiabeschi. Può affascinare o risultare inconsistente, resta però innegabile la qualità di fondo di questo piccolo gioiellino di artigianato pop. Non cambierà le sorti della musica, ma il suo dovere lo fa tutto.

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >