Freaky Mermaids Freaky Circus 2009 - Folk

Freaky Circus precedente precedente

C'era una volta Ombretta, quella dei Le Man Avec Les Lunettes. Unendo le forze con l'amica Angela Kinczly (era un po' che non si faceva viva, dal bellissimo "The legendary indian aquarium and other stories") e trovando compagnia in Laura, attrice e musicista anch'ella, le tre sirene bislacche danno alla luce queste cinque perle, in parte accostabili ad alcune cose delle CocoRosie, anche se dopo un ascolto approfondito si capisce che si tratta di ben altre ostriche. C'è un'attitudine pre-war (l'iniziale "Love is here") insaporita da varianti retrò: un valzer clarinettistico tomwaitsiano ("The less I see the more I love") o un numero da vaudeville arrotolato a spirale su se stesso ("Killer loop"). Nel mezzo la mia preferita: in "White" compiono quel saltino fatto di plastiche colorate, che un po' fa il verso alla norvegese Hanne Hukkelberg. Sono impaziente di scoprirne di nuove nell'imminente full lenght.

---
La recensione Freaky Circus di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2009-04-15 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • pons 12 anni Rispondi

    fico

  • nicko 12 anni Rispondi

    (disegnino del pollice in su) "a Nicola piace questo elemento"
    :)