< PRECEDENTE <
RECENSIONE
28/01/2001 di Carlo 'Ka' Mandelli

Se un'influenza particolare può essere attribuita a questo artista (solista dal 1990 dopo lo scioglimento dei Modulo 2), non c'è dubbio che questa sia da attribuire quasi esclusivamente al buon vecchio Vasco nazionale, ma purtroppo o per fortuna (all'ascoltatore l'ardua sentenza) solamente a quello di inizio-metà anni ottanta.

Se le sonorità delle tracce contenute nel CD sono decisamente degne di rispetto (registrazione in Inghilterra e mix nella calda San Diego), la melodia e i testi, pur nella loro positività, sembrano essersi fermati ad una decina di anni addietro. L'influenza del rocker di Zocca è più che esplicita anche nella voce, rauca, volutamente trascurata e menefreghista, dal vago sapore alcolico (così come il buon Vasco ha insegnato a fare nelle poco fortunate "Faccio il militare" e "Deviazioni").Il Cd comincia con Certo che si può e da subito si intuisce lo stile Steve Roger's Band sia nelle sonorità, peraltro ricercate e ben arrangiate, sia nel testo. Anche nella seconda traccia i riferimenti vaschiani si sprecano e in questo caso sono circondati dai pregevoli riff e pentatoniche a cura di Jean P. Schwartz. Non serve ripetere che anche in Parlami di te (così come in tutti i pezzi dell'album), le influenze sono inconfutabilmente le stesse.

Pollice verso per Lascia stare la TV(forse voleva essere una provocazione?) ricca di riferimenti sufficientemente espliciti del tipo "vieni qui che ti prenderò in mille posizioni diverse"(?!?) o ancora "vieni un po più su"(?!?).

Nonostante l'incontestabile pregio musicale di parte delle tracce del CD, le sonorità e i testi possono infatti ancora piacere a chi si sente la canzone italiana anni '80 scorrere nelle vene, sarebbe forse arrivato il momento di abbandonare i vari inni alle Lucky Strike vagamenti vascheggianti per creare invece qualcosa di NUOVO e più adatto al nuovo millennio (in fondo anche il buon Vasco ha dovuto adattarsi!).

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >