Dino Fumaretto Pitocco 2009 - Cantautoriale, Neomelodico

Pitocco precedente precedente

Dino Fumaretto è un cantautore per interposta persona e la persona in questione è Elia Billoni, che si presenta come "interprete ufficiale di Dino Fumaretto". Chiaro il cortocircuito? In sostanza, Billoni costruisce questo personaggio-schermo dietro il quale celare la propria autorialità. Fumaretto si presenta come una sorta di esistenzialista all'ennesima potenza, pessimista e catastrofico su ogni cosa che gli passa davanti. Tutto va male, anzi, tutto gli va male ("Un anno terribile"): anche la propria depressione non è la depressione che vorrebbe e si trova così a invidiare quella altrui ("L'ispettore Pitocco"). Musicalmente tutto gira intorno a un piano suonato in stile kabarett tedesco, che con i suoi echi di Weimar contribuisce alla creazione di un mondo apparentemente decadente e malinconico. Non pensiate, però, di essere di fronte a disagio o tristezza: tutto è innaffiato da enormi dosi di ironia, che spezzano ogni velleità di reale esistenzialismo a favore di un'atmosfera sospesa tra gioco e parodia, avvicinandosi in questo al punto di vista di Jet Set Roger. La scelta di creare un vero e proprio alter-ego e di costruirci intorno l'intero progetto fa però sorgere alcuni punti di domanda. L'impressione è che a livello puramente narrativo il personaggio Dino Fumaretto non sia perfettamente riuscito, o almeno non sia ancora completo. In questo momento, infatti, Fumaretto non fa altro che piangersi addosso e ironizzare, ma non esiste fuori da queste sensazioni: è più un insieme di stati d'essere che un vero e proprio personaggio. Nulla di grave, se non fosse che Billoni vi fa riferimento in modo talmente massiccio da far nascere la necessità di qualcosa di più costruito. Esattamente come accade in letteratura al Learco Pignagnoli di Daniele Benati, altro fantomatico autore che vive sul confine tra realtà e invenzione. Solo così, con un maggiore approfondimento, il progetto di Billoni può prendere davvero il volo e assumere in pieno aspetti narrativi se non apertamente teatrali. Per ora ci sono una manciata di buone canzoni, con alcune ottime idee. Come inizio, non è male.

---
La recensione Pitocco di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2009-04-08 00:00:00

COMMENTI (9)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • robierto 13 anni Rispondi

    Posso essere d’accordo sul fatto che vedendolo dal vivo sia difficile intuire il progetto che ha alle spalle e può venire spontaneo un "che cazzo sta dicendo questo qui!?".
    Personalmente è stata proprio questa situazione dopo un concerto che mi ha invogliato e spinto all’approfondimento, facendomi scoprire un personaggio narrativamente complesso ma incredibilmente ben costruito.
    Mi piacciono le tue recensioni e la tua attenzione al cantautorato (Jet Set Roger, Giuradei, Moltheni, ecc). Semplicemente mi sembrava che in questa ti fossi un po’ limitato alla recensione di un ep probabilmente incompleto, senza però dare un background ai lettori, senza approfondire questa interessante realtà di cui almeno nel bresciano se ne parla già da qualche anno. Per me il suo primo cd è stata una delle più geniali scoperte dell’anno scorso.

  • utente35783 13 anni Rispondi

    ok sono d'accordo. sta cosa la si poteva pure precisare nella recensione. :)

  • quid 13 anni Rispondi

    quello che ho scritto si riferisce strettamente a questo disco e a un concerto visto recentemente: se uno non conosce tutto il mondo di fumaretto, non riesce nemmeno a intuire la dimensione del progetto che ha alle spalle e crede che il riferimento a un personaggio sia solo un giochino. questo accade anche perché dai pezzi non emerge un personaggio a tutto tondo, ma, come ho scritto, una serie di stati d'essere. a mio parere c'è da lavorare in questa direzione, perché è impensabile dare per scontato che chi ascolta i brani conosca già il retroterra o voglia approfondirlo. è una questione di accessibilità alla comprensione delle canzoni.

  • sandro 13 anni Rispondi

    Secondo me poco o nulla fa pensare che Marco non conosca la discografia di Fumaretto. Senza stare a ribadire che è una delle firme più autorevoli di Rockit se parliamo di cantautori, credete che un collaboratore possa essere così superficiale da non buttare nemmeno un occhio sulla pagina dell'artista in questione prima di scrivere una nuova recensione? Oltretutto la rece di Buchi non era nemmeno così vecchia. Quel "Come inizio, non è male" per me vuole dire: Questa manciata di canzoni sono buone ma bisogna far di più, Pitocco è un buon punto da cui partire o ripartire.
    E a chi dice che Marco non si è prima documentato sull'intera opera fumarettiana prima di scrivere l'articolo: è una recensione di un ep di 16 minuti, fosse stato un album o un'intervita sarei stato anche d'accordo a tirare in ballo tutto il mondo di Dino Fumaretto, in questo caso mi sembra più che giusto rimanere su una lettura non così approfondita.E'dare il giusto peso alle cose.

  • robierto 13 anni Rispondi

    Concordo con Calimocho! Dino Fumaretto nasce prima di tutto come personaggio letterario almeno 6-7 anni fa.
    Se non si conoscono i suoi scritti (che si trovano facilmente su dinofumaretto.com) è inutile fare una recensione del genere, che nella seconda parte risulta fuori luogo e fuorviante.
    Recensire Pitocco senza aver ascoltato precedentemente Buchi (che nel titolo stesso del cd indica di essere una raccolta di canzoni dal 2002 al 2006) è impensabile!
    Per me è una recensione assurda... a meno che Marco Villa non si sia messo d'accordo con Elia Billoni e Jet Set Roger per fare incazzare Dino Fumaretto?!

  • utente32713 13 anni Rispondi

    "...se non fosse che Billoni vi fa riferimento in modo talmente massiccio da far nascere la necessità di qualcosa di più costruito"

    Nella sezione "scritti" del sito c'è tutto quello che Fumaretto ha pubblicato dal 2002:
    dinofumaretto.com

    E questo è il Blog su cui scrive dal 2007:
    dinofumaretto.blogspot.com

    Così chi ha tempo e voglia può verificare il grado di approfondimento del personaggio! ciao!

  • dino 13 anni Rispondi

    Faccio solo questa precisazione "tecnica" riguardo alla bella recensione di Villa: il mio primo album è BUCHI, ed è stato anche recensito da Rockit (rockit.it/album/7475/dino-f…).

    Ciao.

  • viaaudiorecords 13 anni Rispondi

    Dio benedica Fumaretto!

  • utente35783 13 anni Rispondi

    ma fumaretto è nato come personaggio letterario anni fa. poi c'è pure un disco, buchi, con una ventina di canzoni. dall'articolo sembra che chi recensisce lo ignori :(

IL TUO CARRELLO