< PRECEDENTE <
RECENSIONE
24/03/2010

Potenti, cattivi, feroci, megalomani, a tratti epici, potrebbero essere tutti aggettivi associabili a questa nu-metal band della brianza e, a meno di clamorose smentite, credo sia proprio ciò che vorrebbero si dicesse di loro. Bene, allora lo diciamo. Pur non arrossandoci le mani per applaudirne gli esiti. Del resto, sebbene intuiamo sin da subito che tanto vale desistere, piuttosto che scoprire eventuali implicazioni filo-sociologiche nell'epiteto Deportivo L.B., dove L. B. sta per La Bonissima (nome perfetto per la mia squadretta di calcetto aziendale), è pur vero che tritiamo questo cd più di una volta con la voglia di vedere quella lucina del non sentito accendersi. Purtroppo, però, questa rimane spenta convincendoci che "originale" potrebbe essere l'unico aggettivo non del tutto aderente alla musica dei Nostri. Non basta il bridge freaky, costellato di ottoni e swings tomwaitsiani, de "Il gigante con i piedi di cristallo" a destarci dalla noia. Non bastano neanche i preziosi cambi tempo che hanno fatto la fortuna di questo genere.

"Lo specchio" e "Viviri" insieme provano sì a mantenere in piedi una certa economia alternative ma che non spicca il volo che vorremmo e così perdiamo interesse. Risultato: tredici interminabili tracce.

"Gigante" emerge pertanto come un jukebox di analogie che, partendo da un crossover manualistico vagamente assoggettabile al filone Rage Against The Machine, ti snerva fino alla delusione. Un razzo lanciato nei territori che furono degli Extrema e che conclude poi la sua traiettoria vicino allo screamo di Hot Cross e Linea 77 od al postcore meno blasonato (ma non per questo meno buono) dei Dufresne. Ma quella che manca è proprio la personalità. Risultato: nessuna esplosione. Bene il growl di base, meno i controcanti fuori. Bene i testi, meno le linee vocali monocorde. Ci chiediamo dunque perché non sia possibile mascherare cotanto mestiere con un tocco di freschezza, ed è un dubbio che rimarrà tale sino a che il prossimo lavoro dei DLB non prenderà vita. Abbiamo comunque tanta fiducia in loro, purché si abbandonino i coretti stonati.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti (2)
Carica commenti più vecchi
  • francesco fornasari 02/04/2010 ore 02:12

    ...non siamo brianzoli! incompetente! va bene tutto ma le prese per il culo te le tieni per te! oppure scrivi anche critiche sui nomi dei gruppi!?!?!? sei solo un poverino....

    > rispondi a @furan
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
> PROSSIMA >