Thank You For The Drum Machine New Adventures On Analog Machines 2009 - New-Wave, Punk-funk, Electroclash

New Adventures On Analog Machines precedente precedente

Una delle mie magliette preferite riporta la scritta "Analog is warmer", concetto che ben si lega al disco d'esordio dei Thank you for the drum machine, band che a poco più di un anno dalla propria formazione si è ritrovata a calcare il palco dell'Heineken Jammin' Festival del 2008. I quattro aretini propongono una new-wave spigolosissima e sofisticata, ben sorretta da sintetizzatori, drum machine e strumenti giocattolo di ogni forma e dimensione.

Nulla di trascendentale né di particolarmente innovativo, tutti i clichè del genere rispondono all'appello, ed in più di un caso sono proprio gli stessi sintetizzatori a sostenere la melodia con risultati non sempre incoraggianti: puoi riempire i brani di schegge elettroniche e addobbare i pezzi come vuoi, ma se a mancare è la Melodia, il brano non ha sostanza ed è solo un esercizio di stile. Seppur la produzione a cura di Paolo Alberta (fonico dei Negrita) sia ineccepibile, dei dodici brani si ricorda davvero poco, ad eccezione di "8-bit" (il pezzo che più si discosta dallo standard e che tira in ballo sonorità scure e crepuscolari à la Interpol) e l'ipnotica traccia conclusiva "Lights are fading out". All'opposto, "Black Afternoon" strizza l'occhio alla parte più paracula e supponente della discografia dei Franz Ferdinand; ancora, "I feel so better" mette insieme la base di "Lungimiranza" degli Offlaga Disco Pax (la somiglianza è imbarazzante!) al punk-funk dei primi Disco Drive.

Derivativi, esclusivamente intenti a vestire i brani di ornamenti brillanti e patinati, i TYFTDM sembrano privi dell'amalgama atteso, forse a causa di un "rodaggio" ancora troppo esiguo. Diamogli tempo e fiducia.

---
La recensione New Adventures On Analog Machines di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2009-07-10 00:00:00

COMMENTI (8)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • ilmiodiscopreferito 12 anni Rispondi

    il mio disco preferito è più simpatico.....
    http://www.ilmiodiscopreferito.it/

  • alexx 12 anni Rispondi

    Disco suonato benissimo,ci mancherebbe altro,ma senza un briciolo di idee.
    Come i banshee.
    Ultra derivativi.
    Quando le canzoni non ci sono c'è poco da girarci intorno.
    Chiaramente è un opinione personale.

  • superplytnt 12 anni Rispondi

    a me piacciono! ci fosse l'uno percento di questa band in tutta la merda che ci propinano...
    grandi!!!

  • trivo 12 anni Rispondi

    Ciao e grazie, ma vi avevo già ascoltato e lasciato un messaggio in privato! :-)

  • mattemusso 12 anni Rispondi

    non capisco perchè questi son derivativi e i the hacienda e i banshee no, comunque sia bel disco :)

  • viola11 12 anni Rispondi

    Precisazione più che doverosa e già chiarita con Andrea che, a nome di tutti i TYFTDM, voglio ringraziare, sperando di incontrarlo molto presto ad uno dei nostri live!

    Nicola

    THANKYOUFORTHEDRUMMACHINE

  • midipaffo 12 anni Rispondi

    una precisazione:
    I FEEL SO BETTER (SET 2007) è un bel po piu vecchia di LUNGIMIRANZA (fine 2008)....apparte la somiglianza dovuta solo alla loop della casio(che possono utilizzare veramente tutti), nn mi sembra proprio la stessa cosa da essere cosi imbarazzante.
    per il resto rispetto la tua rece, (anche se il live nn l'hai mai visto)
    ciao!

  • utente0 12 anni Rispondi

    This music is very very energy! great job!!!