Nicola Conte Jet sounds 2000 - Pop, Jazz, Alternativo

Primascelta! Jet sounds precedente precedente

Sarebbe stato gravissimo se qui a Rockit non avessimo parlato di questo splendido disco di cui è titolare un connazionale acclamatissimo oltreOceano e coccolato, qui da noi, solo dalla critica. Mi riferisco al dj, ma non solo, Nicola Conte, dai natali pugliesi e uno dei responsabili del progetto ‘Fez’, che nasce e si sviluppa a Bari alcuni anni fa intorno all’omonimo locale.

L’esordio del nostro sulla lunga distanza avviene in un periodo decisamente felice per tutta la (non) scena lounge internazionale; se, ad esempio, impazzite per i Thievery Corporation, Saint Germain e tutta una serie di nomi che trattano brillantemente la materia, dovete far vostro questo disco! Ma anche se solo via piace il punk e/o l’hardcore e siete comunque aperti a nuove sonorità, “Jet sounds” non vi deluderà sicuramente (e ve lo dice uno che a queste sonorità si è avvicinato solo da qualche anno).

Avrete già in parte intuito cosa vi aspetta quando schiaccerete play sul vostro lettore: melodie easy incrociate con suoni di sitar, arrangiamenti di fiati, beat dal vago sapore (acid) jazz, inserti pianistici e tante altre sfumature, siano esse easy listening, cocktail o dance, che non suonano mai banali o di maniera. Già la partenza di “Arabesque” è fulminante, con quel mood irresistibile che caratterizza il pezzo; si dica lo stesso di “Bossa per due”, “La coda del diavolo” e “Mambo de los dandies”, senza comunque discriminare le rimanenti tracce.

C’è insomma di che sentire (e divertirsi!) all’ascolto di “Jet sounds”, uno dei migliori compendi di musica moderna, qualsiasi cosa possa significare per voi questa formula.

---
La recensione Jet sounds di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2001-02-23 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • mikive88 13 anni fa Rispondi

    Adoro questo disco!