< PRECEDENTE <
album Empty roads Crisma33

recensione Crisma33 Empty roads

2009 -

RECENSIONE
27/01/2010

Lasciatevi trasportare in universi lisergici, su navicelle intergalattiche, lasciate che vi si aprano orizzonti nuovi, allargate la mente ed entrate in un mondo fatto di strade vuote, dove in solitudine contemplare paesaggi notturni e scarni.

Figli legittimi di quella scena partenopea tanto osannata nel decennio passato (Almamegretta ed i 24 grana di "Loop"), i Crisma33 mostrano grosse capacità nel trattare la materia elettronica in maniera varia e multiforme, soprattutto mai scontata. Bisogna togliersi il cappello quando nello stesso brano riescono ad unire la potenza dei Subsonica più aggressivi alla ovattata quiete del sound made in Bristol. Abili tanto nel creare beat al limite della dance (vedi l'incipit di "Floating Alone") con ritornelli che trascinano su cui agitare corpi elettrici e sudati, quanto in brani delicati, languidi, fatti di chitarre melodiche e synth sottili ("A.Letter"). Momenti di tregua prima di nuove ondate elettro travolgenti ed evocative: una band che unisce in maniera decisa e concreta rabbia e riflessione, testosterone e raziocinio.

Unica pecca visibile è il mostrare a tratti l'influenza di alcune band nostrane, il loro sound appare, a volte, ancora derivativo. Ultimo ostacolo da superare per la piena approvazione.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani