12/10/2009

Un vescovo, un sindaco col sigaro da mafioso e Miss Padania. E' la trinità essenziale per capire tutto il disco. Non sono, però, gli unici da mandare affanculo: ci sono anche i nati vincenti, la falsa morale, i padri che picchiano le madri, la gente di merda, gli amici che si sono arresi alla smart e non si accorgono che la moglie si scopa mezza città. I giovani che diventano vecchi senza esperienza.

Finalmente c'è qualcuno che alza la testa, in italiano e con una dialettica blasfema che non rischia mai di farsi fregare fermandosi in superficie. Anzi, va a fondo e cerca le radici di un mal governo, di un malessere, di una mala-vita che non è criminalità ma proprio vita vissuta male. E il bello è che non c'è nessuna volontà di salire sul pulpito o di ergersi su un piano diverso da ciò che si critica, il succo è proprio "vivere male, vivere tutti". Ci siamo immersi, in questa di vita di merda, e da quaggiù la cantiamo, la deridiamo, la mandiamo affanculo. Il tono è realistico e amaro: è un prendere atto e tirare una riga dritta.

Dieci canzoni, in cui finisce di tutto: gli attacchi che fanno tanto Tre Allegri Ragazzi Morti (ché lo zampino di Toffolo non è solo nell'etichetta ma anche in "Ragazza eroina"), il punk nella sua attitudine critica senza per forza diventare forza irriverente e distruttiva, suoni anni 80 toscani e anglofoni, certe chitarre acustiche che inevitabilmente sanno anche di anni 90. Il folk. Molti pezzi sono talmente ironici da essere costruiti come una canzone di chiesa, o come un salmo. Perché la presenza di riferimenti a Cristo, a Dio (che poi "se esiste, è un coglione"), a "nostro signore dei compromessi" è dappertutto. E' lo spirito del disco, una profonda verità: siamo sempre assoggettati ad un qualche dio: soldi, potere, amore, droga, feste comandate. Anche quando compare Nada in "Vuoti a perdere": un brano potente e dal buon gusto retrò. Ma quando lei corre con la voce su "maaaadreee", pensiamo a quella compagna di classe che andava a sgolarsi nel coro della chiesa. E le converse le porta ora, non nel '93 quando erano da pezzenti. A saperlo, che poi anche i pantaloni stretti non sarebbero stati più da froci, così come i nerd sarebbero saliti all'olimpo dei fighi.

Dieci canzoni, un po' come dieci, piccole novelle del Boccaccio: ognuna stigmatizza un comportamento, un vizio, un male. Con furbizia e precisione, e un sorrisetto d'accompagnamento. Dieci perle di saggezza, di cui si sentiva davvero il bisogno. Giudizio implicito, prospettiva che non si alza di un millimetro, "sufficit diei malitia sua": ad ogni giorno basta il suo affanno. Domani chissà, intanto oggi vediamo se Abdul li accetta lo stesso 20 euro + guanti della nonna, o se c'è qualcuno che si domanda davvero se anche i preti hanno il pene.

Amen, che Dio benedica gli Zen Circus.

Commenti (108)

Carica commenti più vecchi
  • Alessandro Rosi 03/04/2010 ore 23:55 @alexx

    Guarda,la cosa che hai scritto è di così cattivo gusto,scritto con una cattiveria così profonda che fa paura.
    Sapevo che gli zen circus nella loro città hanno molto nemici,ma non pensavo si arrivasse a questi livelli.
    Appino forse è un demente per te,e forse sta sulle palle a te.
    Scrivere tossico del cazzo è una cosa brutta,orrenda,da fascisti.
    Se veramente Karim qqru fosse tossicodipendente sarebbe da dire poveretto,anche perchè è da ormai 8 anni che è considerata ufficialmente(a livello mondiale) una malattia essere tossicodipendenti.
    E comunque prima di affermare certe cose si dovrebbe esserne sicuri, e anche nel caso questa cosa fosse vera tienitela per te.
    Dare dell'infame a Ufo poi,forse è stata la cosa peggiore.
    Infame è l'offesa peggiore che esista,sa di curva nord e di ignoranza crassa.
    Sa di offesa mirata per cercare di distruggere una persona.
    Più che altro nel tuo intervento sento trasudare l'invidia rabbiosa,di aver visto un gruppo partire dal nulla e piano piano vederlo diventare conosciuto,vedere i loro video in tv e le loro canzoni in radio,e rendersi conto che te musicista(ci scommetto le palle che sei un musicista)nonostante tutti gli sforzi non sei arrivato a nulla.
    Mi fai pena,la gente come te è corresponasbile della situazione musicale italiana.

  • Lambo Lambolambo 05/11/2010 ore 17:43 @lambo

    grandissimi! bellissimo anche il loro concerto[:

  • Lambo Lambolambo 05/11/2010 ore 17:43 @lambo

    :?

  • Olden 02/08/2011 ore 13:26 @olden78

    Ciao, mi scuso con gli Zen, che sono un grande gruppo (l'album e' davvero molto ben fatto, mi piace davvero) per intervenire circa la piccola polemica sui Queen...rubo giusto quattro righe perche' davvero non resisto!:)
    Premetto che ho iniziato ad appassionarmi davvero alla musica proprio grazie ai Queen per cui rappresentano il "famoso primo amore che non si scorda mai..."
    Sicuramente la mia "cultura musicale" si e' poi allargata per arrivare a tanti generi diversi, non sono dunque uno di quei fan monoteistici che dicono "Queen e basta"...pero'...ragazzi...dire che il pubblico dei Queen era fatto solo da teenagers e'una bugia, dire che non hanno cambiato la musica e' un'altra bugia, probabilmente piu' grande...voglio ricordare ai "critici" (che, comunque, ricordo, non sono i detentori di nessuna verita' oggettiva, al contrario di quello che si vorrebbe far credere) che durante il Band Aid del 1985 i Queen sono stati ritenuti da TUTTI il gruppo che piu' ha impressionato, assolutamente i piu' apprezzati, sia per le indiscusse doti vocali di Mercury, sia per l'esecuzione delle "altre tre regine" (spesso, ingiustamente snobbati dai soliti critici).
    E' davvero ridicolo fingere di ignorare, ad esempio, che Brian May e' stato uno dei chitarristi piu' importanti ed innovativi della musica rock, sia dal punto di vista del "suono" che dell'esecuzione...l'utilizzo del delay di May e' assolutamente unico (vedi Brighton Rock)...
    E ci sono innumerevoli gruppi che si ispirano a loro, non sto qui ad elencarli perche' la lista sarebbe infinita...
    Ad esempio, un gruppo come i Metallica, spesso dal vivo esegue "Stone Cold Crazy", un pezzo del 1974 che ancora oggi lascia le sue tracce...
    Sicuramente, nel loro percorso, hanno avuto cadute di stile (chi non le ha avute?) e potete anche dire che non vi piacciono...ma, per favore, trattarli come un gruppettino per teenagers e' davvero, a mio avviso, ridicolo.

    Cmq ora mi ascolto di nuovo il disco degli Zen, grandi! :)

  • Olden 02/08/2011 ore 14:00 @olden78

    Piccolo refuso: ovviamente intendevo dire "Live" Aid, non "band"... :)

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati