Quintastoffa Live in Pompeo 2000 - Sperimentale, Rock, Progressive

precedente precedente

Diciamolo subito: questo demo dei siciliani Quintastoffa è valido, ben suonato, ricco di suoni affascinanti ed è anche indecifrabile, nel senso buono del termine. Infatti "Live in Pompeo" si "nutre" senza dubbio di musica etnica, scariche jazz nonchè di "viaggi" di sapore progressive, ma alla fine risulta difficile inquadrarlo con precisione. Formatosi nel 1999, il gruppo dei Quintastoffa è composto da elementi che vantano già significative esperienze: Giovanni Torrisi suonava in un gruppo folk ragusano (i La Parlesia, già recensiti su Rockit), Antonio Mainenti ha frequentato la scuola popolare di Testaccio, Carlo Natoli proviene dagli esperimenti pseudo-elettronici dei Caffeine Ensemble mentre Defilippo e Burrafato sono dei virtuosi dei rispettivi strumenti. Le diverse esperienze si sono fuse ed hanno dato vita ad una band multiforme che trae ispirazione dal progressive anni '70, dagli indimenticabili Area in primis, e si inserisce nella odierna scena etno. Ma non perchè sia di moda: il loro "spirito" sembra sincero e genuino. Mostrano infatti una sana ansia di sperimentazione che li rende ammirevoli. Forse non hanno ancora focalizzato appieno l'obbiettivo, esprimono idee e spunti buoni sotto il profilo quantitativo, ma sono ancora un po' dispersivi. I testi, poi, narrano di storie realistiche che verosimilmente i cinque presentano come emblematiche di uno stato d'essere, di una certa rabbia, sofferenza, insomma emblematiche della vita vissuta veramente. Almeno queste sono le impressioni che ricavo dai 4 brani del cd.

Quintastoffa, di sicuro, se questo vi può far piacere, vi terremo in considerazione. C'è molto di buono nel vostro cervello e nel vostro cuore. Non vi resta che focalizzare meglio il vostro etno-jazz sporco fuori, ma pulito dentro.

---
La recensione Live in Pompeo di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2001-03-06 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia