< PRECEDENTE <
RECENSIONE
25/08/2011

Propongono un disco di tradizione rock, i Saesciant. Rock in italiano però, basato sui testi irriverenti delle canzonette di pronta intuizione. Immediati, diretti ed energici, dunque, sia per l'eccentrica figura fumettistica del front man, che per le caratteristiche del gruppo: voce acida, pieni riff di chitarre, un basso d'ausilio e batteria cadenzata. Né nuovi né innovativi, ma ben inquadrati dentro i registri della loro musica (e della loro estetica). In poche parole, dimostrano di saper suonare.

Il rock dei Seasciant integra bene ritmica e sonorità che circolano ampiamente tra il reggae e lo ska, rendendo quest'album bello e assolutamente leggero, con la certezza che il gruppo abbia consumato i dischi dei Police. Dietro la prima impressione, la struttura strumentale è solida e si fa scoprire a poco a poco, proprio come un fumetto, giusto per restare nella stessa direttrice favolistica, che li vuole, in un primo momento, semplici, dinamici e senza troppi pensieri. Riassumendo, "Andiamo a Zanzibar" è tutto un lavoraccio immane di passaggi veloci, cambiamenti ritmici repentini e grida stirate che restituiscono, con ironica semplicità, una musica diretta e orecchiabile.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani