29/01/2010

Se mi parli ad alta voce io non ti ascolto, non è il giorno adatto questo, preferirei non lo fosse mai, ma quando piove ho bisogno di accordi morbidi e sottofondi velati, e smettila di urlare, non è il giorno. Oggi il mood è un impasto di nuvole e soffi, di prismi e passeggiate leggere nell'incantevole immaginario degli unePassante. E' comodo, liscio e accattivante, guarda i colori come cambiano, tutti i toni della poesia si mescolano in un diario segreto di sussurri e strumenti sfiorati, il miele del pop più pulito ed essenziale si sposa agli arabeschi sognanti di un viaggio sonoro denso e avvolgente, pochi tratti per un disegno definito e bello, quasi teatrale, sofisticato nel metodo e immediato nel risultato, un cappellino a fiori su un infinito oscuro, un mandorlo nella neve o una risata intensa tra i pensieri amari.

Se mi parli ad alta voce io non ti ascolto e vedo Parigi come Palermo, e Baudelaire e P.J. Harvey e Bjork a piedi nudi e assaggio sorsi magici di fantasie notturne, tra archi impalpabili e voci d'acquerello, la passione dilatata di "Bless" e il sapido battito folk di "Bats rats and cats", le interminabili variazioni sul tema tra jazz e sciubidubi di "Lampshade" e chiudo gli occhi: non ti ascolto più, respiro bene l'aria, mi immergo nel suono e ti lascio solo. Se mi vuoi, mi aspetterai.

---
La recensione unePassante - Recensione - More than one in number di margherita g. di fiore è apparsa su Rockit.it il 19/07/2019

Commenti (2)

Carica commenti più vecchi
  • URTOVOX rec. 30/01/2010 ore 10:41 @urtovoxlabelepromotion

    gran bel disco!!!un gran talento che si svilupperà di certo in futuro.okkio quindi...teniamola d'occhio la picciotta!!:)))[:

  • NickRoma 29/01/2011 ore 17:37 @nickroma

    Giulia sei bellissima !!

    Il tuo fan del Palmares

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati