Katmandu s/t 2001 - Rock, Alternativo

precedente precedente

Breve ma efficace la ricomparsa dei Katmandu nel mio stereo dopo la splendida performance con il loro primo lavoro autoprodotto. Questi ragazzi continuano a confermare quanto di buono gia detto nei loro confronti, tornando a proporre il loro rock swingato in due nuovi episodi.

Un suono che ondeggia sospinto da chitarre asciutte e impertinenti, attraverso ritmiche leggere che lasciano ampio spazio a una voce che non passa mai inosservata.

Due brani immediati e piacevoli capaci di entrare in circolo anche al primo ascolto senza risultare scontati, forse leggermente inferiori al precedenti demo, ma stiamo comunque parlando di composizioni ad elevato potenziale.

Volendo muovere appunti si potrebbe obiettare che le atmosfere si mantengono troppo tenui e forse sarebbe il caso di liberare quell'impeto che solo a tratti viene lasciato trapelare.

Rimango dell'idea che se sapranno rimanere coerenti e sinceri, i Katmandu rischiano di meritarsi presto la fiducia di qualche etichetta.

---
La recensione s/t di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2001-05-30 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia