Altica Ep 2010 - Rock

Ep precedente precedente

Gli Altica sono quattro ragazzi di Brescia, campi di grano desolanti, il freddo che ti entra nella pelle, pensieri che scorrono tra i lunghi silenzi della giornata. Dipingere la desolazione, cercare negli attimi, nei ricordi, nei luoghi, una storia da raccontare, quella insana energia che si crea nello sfogo.

Cinque tracce come piccole diapositive come frammenti di vita, istantanee tra bicchieri di troppo, le paure e le ansie del vivere, le sensazioni del presente. E' post punk vero quello degli Altica, una predisposizione al genere che però non manca di alcune variazioni di stile, grazie ad un gusto melodico peculiare, molto presente tra le tracce fluide di questo lavoro omonimo.

Una fedeltà al genere che riflette una tendenza generale: dalle pennellate espressioniste degli Altro ai ritmi frenetici di Red Worm's Farm e Zu. Un modus operandi che riflette allo stesso tempo un limite: quello di non trovare una via ben precisa tra la melodia e la sua antitesi, un'alternarsi di digressioni autoriali alla Verdena ("L'Orecchio di Vinzent") e cavalcate strumentali frenetiche ("Vago Bicordo"). Due anime che difficilmente possono coesistere in un progetto che, nonostante qualche sbavatura e perplessità, potrà portare in futuro a risultati interessanti.

---
La recensione Ep di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2011-02-02 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • osselico 10 anni Rispondi

    MA FATECI SENTIRE GLI MP3!