< PRECEDENTE <
RECENSIONE
12/06/2001

Bella sorpresa questi Wood, ensemble originario di Ghiffa, paesino in provincia di Verbania, alle prese con una materia difficile e controversa quale può essere l’hardcore – soprattutto in relazione al fatto che la penisola è abituata a ben altre sonorità. Eppure il ‘bel sentire’ di “Song lines” ci da quasi la certezza che, in un modo o nell’altro, il quartetto abbia nel proprio DNA i geni originati dalla meteora Fugazi. Dato questo riferimento, suppongo abbiate già intuito gli spazi individuati dalle coordinate sonore di questa formazione, assolutamente di valore e da seguire se gradite il genere musicale .

Succede perciò che la Green records di Padova, forse l’etichetta nostrana più in vista e lungimirante quando si parla di questo hardcore, abbia deciso di pubblicare queste dieci istantanee, tutte scattate nitidamente. Fuor di metafora, possiamo scrivere che la proposta è originale, richiamandosi comunque agli standard del genere, in cui l’aspetto da evidenziare (e lodare!) è quello del cantato, vista l’interpretazione convincente del vocalist.

In definitiva, non rimane che applaudire questi quattro ragazzi, i quali per adesso fanno il paio con i Redworms’ Farm, già insigniti qui su Rockit col titolo di ‘primascelta’. Bastano questi indizi?

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >