Compilation Time to move 2001 - Funk, Crossover

precedente precedente

La dirompente etichetta NoBrain assembla una di quelle compilation che ti prendono a spallate fin dalle prime note, scaraventandoti all'interno di un tripudio di crossover, hardcore, metal e hard-emo-punk che trabocca dalle casse arrivando dritto ai timpani.

Operazione non facile quella di mettere insieme ben diciotto band prese in prestito in varie zone della penisola mediosettentrionale per dare vita a una produzione che guarda con ammirazione in direzione degli Stati Uniti, tentando di colmare con la passione e la fantasia mediterranea il gap che separa gli artisti di casa nostra con i mostri sacri stelle e strisce che spadroneggiano nel mercato mondiale.

Provando a citare qualche episodio, viene naturale ricordare la devastante performance live degli Extrema con Monety Talks, i Raw Power con Trust Me, l'irrestibile fastidio punk di Se Fossi dei P.A.Y. e ancora gli HOAT dal vivo con Flight, la violenza di Prison Family degli H-Strychnine e il serrato crossover dei Samsara con L'involucro che ho.

Potrei continuare a raccontarvi il contenuto di questa compilation, ma credo che i nomi sopracitati siano sufficienti per assicurarvi che la cosa migliore da fare é procurarsi senza esitazione questo CD e dedicarsi con attenzione all'ascolto di tutte le band presenti... tra l'altro, il dischetto si porta a casa con sole venticinquemila lire, quasi doveroso averlo!

---
La recensione Time to move di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2001-06-20 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia