< PRECEDENTE <
RECENSIONE
08/04/2011

Elettronica soffice e melodie pop nelle quali immergersi aspettando di sognare ad occhi aperti: un debutto che sembra interessante. Fabio Tassi, in arte Neyfab, polistrumentista genovese, registra quasi interamente questo lavoro in treno. Un viaggio molto malinconico che parte ricco di emozioni con "Lose control" (brano scritto sull'eurostar Parigi-Londra). 11 tappe, 11 paesaggi sonori che scorrono spontaneamente come se si osservassero realmente da un finestrino di un treno. Dolci carillon, tiepide basi elettroniche e una voce ultra melodica. Neyfab ricorda decisamente i Sigur Ros, meno struggente e meno triste. L'approccio troppo emozionale non corrompe il giudizio, che rimane alquanto positivo anche se il viaggio si rivela molto lungo da far perdere di vista, con il passare del tempo, la bellezza dei paesaggi che sembrano uniformarsi. Aspettiamo un secondo capitolo meno prolisso e più innovatore nelle sperimentazione elettroniche; risulterà di sicuro più compiuto e più esaltante.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >