< PRECEDENTE <
RECENSIONE
13/04/2010

L'aura di fascinazione che si avvolge attorno a Lorenzo Bracaloni è la forza del suo progetto Child of A Creek, che arriva con questo lavoro alla sua terza splendida prova. Dopo le apparizioni mistiche dei precedenti album, in cui il cantautore livornese aveva dimostrato le sue intenzioni musicali, imperniate da un inconsueto accostamento al folk psichedelico, Child of A Creek conferma oggi le scelte artistiche di un percorso paragonabile a poco altro nello scenario italiano.

"Find a Shelter Along the Path" è un sentiero di montagna che cammini immerso in un silenzioso pulviscolo di neve e sentimenti. Nove tracce mosse da una matrice di folk minimale accompagnato dalle più profonde deviazioni estetiche, che attingono dalla filosofia psichedelica, dalla cultura gotica e medievale, dalle intense spiritualità pagane di artisti come Sharron Kraus. Le ambientazioni immaginifiche e gli scenari naturalistici dei precedenti lavori, si confermano in quest'album maturati dalle esperienze compiute da Bracaloni al fianco di artisti nazionali (Xabier Iriondo, Moltheni) e no (Nedelle Torrisi, Carla Bozulich, Laura Gibson). E tutto si muove con estrema eleganza. Chitarre, armoniche, flauti di legno, balalaike e pianoforti. A ciò si aggiungono dettagli di scarna elettronica, poggiata con discrezione su un tappeto di suoni acustici, a creare una delicata atmosfera compositiva che trova riferimenti nell'elegante ricerca di Midori Hirano (nonostante l'elemento digitale in lei sia senz'altro più spinto). La voce vibrante di Child of A Creek accompagna l'ascolto, immergendo i minuti in un clima fiabesco a tratti inquietante a tratti estremamente delicato e rassicurante.

Un disco dettato dalla natura. Fatto di luoghi intimi con cui ti confronti. Fatto di calde atmofere neo-folk (Devendra Banhart, José Gonzales) e strani risvolti interiori suscitati dalla solitudine più profonda. Suoni dilatati e momenti sospesi di silenzi inattesi. Pause. Silenzi. Passi sulla neve. Mentre io vado avanti e tu ti fermi girandoti a guardare l'inizio.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti (3)
Carica commenti più vecchi
  • iggy 24/04/2010 ore 13:45

    visto e sentito ed incrociato l'anno scorso alla scighera di milano, a maledetta primavera.
    e non ho potuto fare a meno di comprare i suoi due lavori.
    ora un terzo che, letta questa recensione e quella su alias (il supplemento culturale de il manifesto), non fa che confermare quanto molto più che interessante sia questo artista.

    i brani! vogliamo sentire i brani!

    [:

    > rispondi a @iggy
  • trovarobato 25/04/2010 ore 13:40

    bell'album: 4 tracce di esso si trovano in libero ascolto all'interno del sito
    http://www.thechildofacreek.it
    (segnalo)

    > rispondi a @trovarobato
  • iggy 25/04/2010 ore 20:06

    thanks, avevo già provveduto :?

    (ora gli scrivo per il necessario acquisto)

    > rispondi a @iggy
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
> PROSSIMA >