Emily Respiro 2000 - Lo-Fi, Rock, Alternativo

Respiro precedente precedente

Il cd degli Emily ha dei limiti, non c'è dubbio: non è folgorante, non cattura immediatamente l'attenzione e non resta indelebile, e il passaggio dall'inglese dell'album precedente alla lingua italiana utilizzata in "Respiro" non basta certo ad affrancare il quartetto modenese dalla pesante dipendenza da qualche celebre gruppo americano (i disciolti Smashing Pumpkins su tutti).

Però.

Però i sette pezzi scivolano discretamente bene uno dietro l'altro, anche grazie a strutture abbastanza semplici e simili tra loro, trovando un certo equilibrio tra melodia e accenni un po' più cattivi, con il suono 'classico' di un quartetto 'classico' a supporto di testi sicuramente perfettibili ma comunque, rispetto al desolante livello medio, non banali (da questo punto di vista probabilmente i passaggi migliori sono la title-track e "Le ombre dell'anima"), che giustificano l'attenzione per le future evoluzioni del gruppo. Per massimizzare i risultati vale forse la pena di asciugare un po' l'interpretazione vocale e di lavorare maggiormente sulla parte ritmica, assecondando questi upgrade 'tecnici' con un'insistenza più convinta nella ricerca di una strada personale che porti ad assottigliare (reciderli sembra assolutamente improponibile...) i legami con gli altisonanti riferimenti statunitensi; intanto, comunque, "Respiro", a partire dalla bella scelta di un formato quasi inutilizzato (il miniCD da 8 cm) e da una gradevole confezione grigia piena di foto sfocate, resta un dischetto onesto, che non raddrizzerà mai una giornata storta, ma come colonna sonora per una buona può fare la sua parte. Dignitosamente.

---
La recensione Respiro di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2001-07-12 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO