Hyems Never without friends 2001 - Crossover, Nu-Metal

Primascelta!Never without friends precedente precedente

Periodo molto strano questo, e al contempo fortunato. Sulla scrivania del sottoscritto, infatti, sostano diversi lavori di gruppi italiani che si muovono nell’area del crossover/nu-metal. Dopo aver quindi incensato i dischi di Addiction e Folder, adesso segnalo con immenso piacere queste 5 tracce ad opera di una promettentissima formazione parmense che prende il nome di Hyems.

Infatti, il cd-r intitolato “Never without friends”, consegnato brevi manu al sottoscritto durante la due giorni delle finali di ‘Rock Targato Italia’, è un (altro!) ottimo esempio di come nello Stivale stia crescendo una generazione di musicisti assolutamente in grado di contrastare lo strapotere statunitense in merito a questo specifico filone musicale. E anche se la band in questione soffre di un forte background ‘korniano’, si percepisce che potenzialmente i ragazzi sono già pronti per poter realizzare qualcosa di grosso. Lo testimonia non solo la traccia d’apertura, “The silent of”, da altri definita come “un pezzo dei Korn senza ritornelli”, ma anche le successive quattro, che sorprendono per potenza e incisività.

In attesa, quindi, che il quartetto sviluppi ulteriormente un percorso personale, magari aggiungendo ‘altra carne al fuoco’ per vari(eg)are la proposta, ci sbilanciamo assegnando al loro demo-ep il titolo di ‘Primascelta’ - che non vale solo come attestato di stima per gli sforzi sinora compiuti, ma simboleggia anche il nostro personale incoraggiamento a continuare su questa strada per fare sempre meglio.

---
La recensione Never without friends di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2001-07-24 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia