Feel Dizzy Feel Dizzy 2010 - Psichedelia, Britpop, Pop rock

Feel Dizzy precedente precedente

I Feel Dizzy hanno una cosa che manca a molti gruppi: un frontman molto figo. Ambiguo, androgino, con un fisico ai limiti dell'anoressico e un atteggiamento molto glam, una specie di incrocio fra Brian Molko e Richard Ashcroft. Naturalmente, un gruppo non se ne fa un granché di un cantante affascinante se manca la musica quindi, dopo l'immagine, passiamo alla sostanza. C'è? Pare di sì. Pur con tutte le imperfezioni e ingenuità del caso (soprattutto in materia di testi e inglese), trattasi di un esordio promettente. Il target è (a proposito di Molko/Ashcroft) il giovane dall'anima britannica e nostalgica, quello insomma che avrebbe voluto vivere sulla nave di "I love radio rock". Ecco, questo disco potrebbe essere la colonna sonora di un film ambientato nell'era del beat ("Open Air", "Now!") e poi in quella del glam ("Promises", "Swiss lovers") e poi in quella del glam che sta per diventare punk ("Gimmie Your Love"), con qualche flashforward nell'era Radiohead ("Thoughts and wine", "Soaps"). Un bel film. Resta da vedere se al prossimo riusciranno a fondere tutte queste suggestioni in qualcosa di solo loro, per passare dal promettente al promessa mantenuta.

---
La recensione Feel Dizzy di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2010-09-02 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO