< PRECEDENTE <
album Demo - Fucksimile

Fucksimile

Demo

2001 - Grunge

RECENSIONE
27/08/2001 di Stefano 'Nano' Biondi

Crossover , il genere più arduo da suonare nell’anno 2001: alla sfida partecipano decine di gruppi, folgorati dal successo ‘hollywoodiano’ dei Limp Bizkit e dei Korn, ma sono poche le proposte decenti e originali.

La cosa più difficile è rendersi credibili come innovatori di uno stile ormai ‘stanco’ (a mio parere solo i Deftones e pochi altri ci sono riusciti).

Di certo la questione non interessa ai Fuck-simile, che ripetono la formula magica all’infinito in questo demo composto da 2 canzoni; lo fanno con classe, non lo si può negare, e il risultato è quantomeno avvincente. Adrenalina pura, rumore bianco e limpido che schizza nel cervello con una violenza super.

Niente fronzoli nè banalità, solo furore messo bene a fuoco: sta in questo l’abilità dei ragazzi di Ravenna, che hanno imparato la lezione dei loro idoli alla perfezione e ne diffondono la parola con invidiabile abilità compositiva e precisione.

“Fuga” e “Good lies” sono due pezzi spaccatutto, accattivanti ed energici; è probabile che dal vivo la band sia ancora meglio, data la rabbia che brucia nelle loro note. Al settimo ascolto, però, sopraggiunge un leggerissimo senso di noia: tutto normale, è lo stesso effetto che alla lunga mi procura la stella di mare al cioccolato; crossover, il genere più arduo da ascoltare nell’anno 2001, almeno per me.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >