The Primates DemotApes 2010 - Rock'n'roll, Rock, Punk

DemotApes precedente precedente

Complessivamente, rispetto al magma disordinato ed eterogeneo dei gruppi che affrontano questo genere, il sound dei Primates riesce quanto meno a distinguersi. In generale, scegliere le sonorità di un certo punk rock (virato sul garage) appare quasi una scelta azzardata, semplicemente perché si tratta di un genere veramente abusato. Per fortuna i Primates tentano di personalizzarlo, rendendolo quasi arcaico e ancestrale, con la batteria che suona come un osso sulla pelle dei tamburi. Cinque brani che non hanno l'ambizione di scombussolare uno stile che ha padri illustri (i Dead Kennedys, per citarne uno), cinque brani che hanno dietro le spalle un buon lavoro di riflessione e di poetica sul ritorno alle origini primordiali della specie (non a caso l'ep si chiama "DemotApes" e reca uno scimpanzé in copertina). Una volta evitati l'italiano ("Alter Ego") e una certa vena hard ("Medieval Age", "Today"), i Primates risulterebbero più gradevoli con le sonorità pure e giocose del punk, come fanno in "The Full Control" e "The Day Of Yesterday". Ma al momento così non è, e il disco strappa a malapena la sufficienza.

---
La recensione DemotApes di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2011-02-15 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • theprimates 10 anni Rispondi

    Grazie, i complimenti fan sempre piacere:)
    Inoltre se proprio dovrei descriverci, siamo un pò più "hard" in percentuale, piuttosto che "melodici"

  • nachofever 10 anni Rispondi

    Guai a evitare l'approccio hard! Medieval Age è un pezzone!