Watertower Saloon 2001 - Punk

Saloon precedente precedente

Alla seconda prova, dopo un primo mini ep, riecco i Watertower, 4 giovinacci dall’hinterland milanese. Notevolmente migliorati dal punto di vista tecnico (e compositivo), con questo ‘Saloon’ trovano una propria personale interpretazione allo ska-core imperante (leggasi ‘stafava-core) e già questo, visto i tempi che corrono, non è poco: mischiandolo e shakerandolo a sani litri di country, cioè. Ovvio non hanno inventato poi mica niente, quelle trombette acide e indemoniate su ritmi travolgenti sanno davvero tanto di Voodoo Glow Skulls , però tutto quel piglio country, che intesse ognuna delle 8 tracce di questo ‘Saloon’ e che straborda del tutto nelle 2 canzoni finali, piglia davvero bene. Trattasi di “skauntry-core”, a voler inventare a tutti i costi neologistiche etichette. Divertente, cazzone quel tanto che basta, metricamente (quasi) impeccabile e soprattutto solare. Per intenderci, tanti giovani venuti su a Shandon e Persiana Jones muoverebbero volentieri i propri culetti con questo dischetto, senza disdegnare un accenno di pogo sui ritmi di ‘parenti serprenti’ e ‘fatti i cazzi tuoi’…
Insomma sì certo siamo in Italia e verrebbe da chiedersi cosa cacchio c’entri il country-cowboy-style con la nostra cultura, ma l’inverno è alle porte. Ben vengano antidoti. E per una volta potremmo anche smetterla di farci troppe domande no?

---
La recensione Saloon di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2001-10-04 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO