The Jacqueries Excitement 2011 -

Excitement precedente precedente

Come i Libertines ma meno drogati, come gli Arctic Monkeys ma meno punk. Dopo un paio di ep col botto, capaci aver rivelato fin da subito le belle potenzialità di questa giovane band romana, ecco "Excitement", primo long play dei Jacqueries. Dieci brani in cui cultura indie, brit-pop anni 90 e coretti surf si mescolano dando vita ad un esordio fresco e mutevole, abile nell'accattivare, senza troppe scorciatoie, orecchie gambe e cuore.

Come da migliore tradizione anglosassone, pezzi più pacati si fondono a guizzi di genuina vitalità danzereccia. Dai giri di basso punk-wave in "Smokers" alle romanticherie di "She's not fond of love songs" fino alle ottime (e già apprezzate) "Gin Lennon" e "Kitsch": dieci deliziose chicche power-pop che piacciono per freschezza e creatività, capaci di altalenare tra stati d'animo opposti, ora sobri e cadenzati ora più impulsivi e spiccatamente rock. I rimandi sono tutti nella tradizione indie americana (partendo dai Weezer per arrivare ai Surfer Blood); forte, soprattutto, la valenza brit-pop (Supergrass), nelle soluzione compositive semplici e dirette. Una capacità di spaziare tra gli ascolti che stupisce, vista l'età fresca dei ragazzi: canzoni da college party, solari e contagiose ("Lemmings"), si alternano a melodie più violente, grunge ("Salmon") o vagamente shoegaze ("We gotta kill all the rabbits"), esplorando con giusta faccia da culo i confini di una ricerca sonora giovane e (guai se non lo fosse) ambiziosa. Da rilevare, infine, l'uso dei cori, sempre adeguati, a dare un pizzico di eleganza e inaspettata maturità stilistica.

Insomma i Jacqueries sono bravi, che se fossero altrove (e per altrove intendo all'estero) qualcuno li avrebbe già ipotecati con diritto di riscatto, immaginandoli a riempire tra non molto gli scaffali dell'ipermercato musicale. Esagero? Forse. Sta di fatto che questi giovanissimi romani hanno tutte le potenzialità per aspirare a tanto. Nel frattempo fanno i pischelli: studiano, lavoricchiano e sognano l'Inghilterra.

---
La recensione Excitement di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2011-02-15 00:00:00

COMMENTI (13)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • maaraaa 10 anni Rispondi

    Io vi amo.

  • utente0 10 anni Rispondi

    carino e fresco. Fa ben sperare. I 10 pezzi si ascoltano bene. Forse manca un pò di profondità, soprattutto nei testi ma complimenti per il bell'inizio.

    Oh rockit ma che avete fatto a whoiswho che fa sempre commenti così musicalmente costruttivi?? Sembra uno spammatore folle :]

  • fake 10 anni Rispondi

    BAH.

  • sandro 10 anni Rispondi

    Che c'entra, abbiamo pubblicato disconi con settimane e settimane di ritardo. E' il normale districarsi tra le quintalate di roba che riceviamo. Tutto qui.

  • whoiswho 10 anni Rispondi

    ma questa recensione, che è uscita 3 settimane fa, la mettete adesso in prima pagina perchè non se li è inculati nessuno?

  • betus 10 anni Rispondi

    bravi!

  • davidem 10 anni Rispondi

    :)

  • fedetrani01 10 anni Rispondi

    cool

  • ann1e 10 anni Rispondi

    un disco fichissimo, bello bello bello bello bello bello bello bello bello bello bello bello bello bello.

  • myfriendthepostman 10 anni Rispondi

    Marcello, aie aie aie I Jacqueries The Best Band Ever