Sinapsi Come realtà 2011 - Strumentale, Post-Rock, Shoegaze

Come realtà precedente precedente

Luci di ambient rock strumentale che spaccano e convincono

Se penso a "musica strumentale", uno dei primi nomi italiani che mi viene in mente è quello dei Ronin

E i Ronin spaccano, non ci sono dubbi, perché il genere non è dei più semplici da digerire, vista la difficoltà di colpire all'istante senza l'uso di testi.

I Ronin spaccano, dicevo. E i Sinapsi, nel loro piccolo, pure. "Fiati e labbra" è un bellissimo biglietto da visita per la band palermitana perchè, se l'assenza di parole è evidente, il sottotesto c'è: nell'uso della batteria, in quei piccoli rintocchi che scandiscono il pezzo e ci tendono la mano per condurci all'emozione.

Ci sono poi brani come "Ero", dove il riff iniziale è più potente, meno delicato, adattissimo a farci da colonna sonora nell'atto di sfogliare la nostra memoria. Incalzante, perché il tempo che è passato non torna più. C'è qualcosa di tanto bello in questi Sinapsi, che spero rimanga inalterato nei dischi a venire.

---
La recensione Come realtà di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2012-05-31 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO