Acid Rain Sogni incompresi 2001 - Psichedelia, Grunge, Alternativo

precedente precedente

Gli Acid rain sono una band emergente proveniente dalla Sicilia, e ci inviano il loro demo contenente (purtroppo) soltanto due brani.

Nonostante non si tratti di artisti sulla scena da parecchi anni (è il loro primo lavoro), i Nostri hanno già all’attivo moltissimi concerti nella zona palermitana, e si dedicano ad un’attenta ricerca della struttura e delle linee di voce con risultati di notevole impatto.

Il primo brano, “Arnal”, inizia con una chitarra molto effettata (delay e chorus per intenderci) seguita dall’ingresso di riff incalzanti, caratterizzati da un suono distorto che faranno da cornice all’intero lavoro. Poi, in un attimo, tutto si svuota: entra la voce e resta solo il basso per poi riprendere il tema iniziale con tutti gli strumenti (pensate ad esempio a “Smells like teen spirits” dei Nirvana). Nessuno degli strumenti s’impone sugli altri e non c’è nulla di troppo; difatti il gruppo siciliano non cede alla tentazione di dedicarsi a virtuosismi altrimenti fuori luogo. Al contrario, preferisce dedicarsi maggiormente alla semplicità e all’immediatezza. La ritmica è spesso varia, sempre molto ricercata e unita alle chitarre, la tensione è davvero assicurata.

Nulla da criticare agli Acid rain, se non una scarsa dedizione alla cura dei testi - anche se presumiamo che il gruppo abbia scelto l’utilizzo di parole talvolta scontate nel rispetto della melodia del cantato.

Nessun consiglio quindi, se non quello di seguire la strada intrapresa, e di lavorare sulla composizione di nuovi brani perché, lo ammettiamo, siamo proprio curiosi di sentire altro materiale.

---
La recensione Sogni incompresi di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2001-11-22 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia