< PRECEDENTE <
RECENSIONE
22/06/2011

La donna della copertina ci guarda dritto negli occhi a mo' di sfida: "Cazzo ne sapete voi del rock and roll?" Questo è il titolo della prima pubblicazione degli Amelie Tritesse, un cofanetto di racconti, canzoni, illustrazioni, storie di ordinaria vita di provincia e ambientazioni sonore tra garage-rock e folktronica, che si intrecciano per cogliere dieci frammenti di esistenza in stile read'n'rock.

Se il primo nome che viene in mente è quello dei Massimo Volume, meglio forse marcare le differenze. "Cazzo ne sapete voi del rock and roll" è una raccolta di racconti in cui la voce narrante di Manuel Graziani è accompagnata dalla musica, talvolta in una versione più essenziale con qualche eco elettronico ("Oplà"), altre in una forma più discorsiva di chitarra-basso-batteria. Quasi come un controcanto, si aggiungono le incursioni melodiche di Paolo Marini, voce cantante che in qualche occasione ritrova anche le vesti più canoniche della canzone pop-rock ("Le 2 Sofia", "Suddenly"). Così, da un'inconsueta modalità di incontro tra musica e narrazione (a cui si aggiungono le illustrazioni di Fabrizio de Nicola), prendono forma degli scorci di quotidianità che, grazie ai chiaro-scuri dell'ironia descrivono la parte più intima della provincia italiana: i giri in macchina con gli amici, i compagni di classe che non avresti mai voluto rincontrare, le estati in technicolor che avrebbero fatto inorridire i nonni dalla faccia in bianco e nero. E a questa ironia di fondo fa eco una latente nostalgia per la spensieratezza della gioventù, rappresentata proprio dalla musica ("Una ballata per Jeffrey Lee"), che fortunatamente qualche volta torna ad affacciarsi in forme di incontrollabile pudore ("La sudarella").

Il rock si annida dunque nell'intimità e talvolta nella banalità delle piccole cose di provincia: per saperne di più forse è necessario mettersi all'ascolto di queste storie che, pur nella forma di un esordio che aspetta conferme, gli Amelie Tritesse hanno saputo raccontare.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti (1)
  • Manuel/Manwell 22/06/2011 ore 15:29

    grazie per la recensione... sulle "conferme" mi sa che tocca aspettare...

    > rispondi a @manwell
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
> PROSSIMA >